lunedì 20 febbraio 2012

TROVARE IL VERO AMORE





TROVARE IL VERO AMORE è un obiettivo che tutti nella vita si danno ma che pochi raggiungono.
Molte persone soffrono perchè non sono in grado di CONQUISTARE il vero amore o perchè vengono lasciate da chi amano.
Per TROVARE e CONQUISTARE IL VERO AMORE ci viene in aiuto L'INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE che interpreta la SEDUZIONE COME CAPACITA' DI COINVOLGERE.


Dopo un abbandono od una delusione e' importante TROVARE IL VERO AMORE..
Per fare questo è necessario imparare le giuste strategie di SEDUZIONE.
Ci sono persone che a seguito di una delusione d'amore tendono ad isolarsi affettivamente e a rifiutare l'amore.
Per TROVARE il VERO AMORE bisogna superare la diffidenza verso il sesso opposto e fare in modo da essere disponibili all'incontro sentimentale. Gli ostacoli maggiori che si trovano nel ritrovare l'amore sono dovuti al rancore ed al risentimento.
Rabbia, rancore e risentimento impediscono di ritrovare l'amore, sono dei blocchi che impediscono di vivere felicemente l'amore.
Il risentimento può essere la reazione anche abbastanza naturale ad una delusione d'amore.
Il risentimento da delusione può tramutersi in paura e la paura diventa diffidenza che impedisce di ritrovare l'amore.
Come fare per liberarsi da queste scorie che impediscono di TROVARE IL VERO AMORE?
Il modo migliore e' quello di passare dalla non accettazione al dubbio, dal dubbio all'accertamento e poi all'accetazione.
Il risentimento fondamentalmente si sviluppa per non essere stati accettati, di fatto rifiutati o abbandonati dall'ex partner.
Questo genera il dubbio su quale possa essere la causa se nostra o altrui.
Il dubbio finche' resta tale non permette di eliminare il rancore.
Per poter procedere oltre e chiudere la storia precedente senza provare piu' rancore e quindi diffidenza si devono accertare le cause e successivamente accettarle.
In questo modo si tornerà predisposti a vivere un nuovo amore.


Una credenza utilissima per impostare un programma di allenamento efficace ed efficiente è quello di costruirsi (se per caso non facesse già parte del nostro modo di essere) la seguente credenza:


“non esistono sconfitte ma solo risultati”
 
Questa credenza ci da la possibilità di poter interpretare eventuali “sconfitte” o mancati raggiungimenti dei traguardi prefissati come un'importante informazione che ci consentirà, in futuro, di mettere in atto strategicamente dei comportamenti diversi che possano portarci nella direzione voluta.
Per impostare un buon gioco seduttivo dobbiamo tenere presente le modalità di funzionamento della mente umana.
La mente umana ha due modalità fondamentali, una logico-razionale ed un analogico emozionale.
Queste due modalità o parti della nostra mente hanno esigenze diverse.
La sfera logica che è quella con la quale noi ci identifichiamo ha ad esempio l'esigenza di “conquistare” l'oggetto del desiderio di riuscire a sedurla, ha l'esigenza di rapportarsi in modo convincente con il mondo esterno, di ottenere assenso e consenso dagli interlocutori.
La sfera emozionale invece non ha queste esigenze ma ha esclusivamente l'esigenza di vivere delle emozioni, delle tensioni emotive.
Per questa istanza vanno anche bene le emozioni che la sfera logica (la parte della quale siamo consapevoli) ritiene dannose e sbagliate, come ad esempio essere trattati male dal nostro oggetto del desiderio.
Quando quindi non abbiamo successo in amore a soffrire sarà la parte logica, mentre il fatto di non avere successo in amore potrebbe appagare attraverso il dispiacere, la sfera emozionale.
Per la parte emozionale va bene anche la frustrazione di non riuscire a conquistare la persona desiderata, oppure tenderà a farmi coinvolge a farmi innamorare di persone (ma anche idee e situazioni) che presentano un alto grado di difficoltà a lasciarsi conquistare.
Tenderò cioè ad innamorarmi di “oggetti” di desiderio difficili sia perchè lo sono di loro oppure perchè ci sono degli antagonisti che mi impediscono di soddisfare il mio desiderio.
Gli antagonisti possono essere molteplici, ad esempio potrebbe essere la distanza-mi innamoro di qualcuno che abita a 3000 Km di distanza da me- oppure mi innamoro di una persona impegnata, sposata, oppure innamorata di un altro.

Alle volte l'antagonista è un nostro stesso pensiero o una nostra stessa credenza:
io potrei credere di non saperci fare con le donne per cui non ci provo nemmeno, una donna potrebbe credere di non meritarsi una relazione sentimentale felice per cui inconsapevolmente attirerà uomini che la renderanno infelice.
L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.


IMPARA LE STRATEGIE DELL'INGEGNERIA  DELLA SEDUZIONE PER TROVARE E CONQUISTARE IL VERO AMORE



CON SOLI 17 EURO Riceverai Via mail DISPENSE E FILE AUDIO che ti permetteranno di:





Imparare ad ottenere senza chiedere, utilizzando la Comunicazione Non Verbale e l'osservazione del linguaggio del corpo;



Imparare a coinvolgere le persone piuttosto che parlare e discutere soltanto;



Cosa evitare assolutamente per non essere seduttivo o peggio ancora essere etichettato solo e per sempre un amico o un amica!



Capire solo dopo pochi minuti dai gesti e dagli altri segnali del corpo cosa pensa veramente l'altra persona di noi;



Saper riconoscere ed amplificare tutti i segnali di attrazione fisica che la persona ci comunica con il suo corpo;



Intuire, capire e gestire una risposta positiva falsa ed agire tempestivamente prima del rifiuto consapevole;Individuare e conoscere tutti gli attivatori di attrazione e sapere come azionarli con grande profitto;



Trasformare una relazione superficiale in un rapporto d'amore, una conoscenza distratta in un innamoramento;



Riconoscere con precisione le differenti esigenze tra la sfera emotiva e la sfera logico-razionale;









Nessun commento: