sabato 31 marzo 2012

diventare seducente con le donne



Diventare seducente  con le donne aiuta ad avere successo in tutte le aree della vita.
La seduzione permette di diventare seducente con le donne.
Alcuni consigli per diventare seducente con le donne

Sorprendila con un oggetto particolare e fuori dal comune. Ama le sorprese: più sono originali, più sono consigliate
Mantieniti a una distanza di sicurezza del punto di vista emotivo, almeno all'inizio. E' un segno distaccato per alcuni
aspetti e ha bisogno dei suoi spazi per essere felice
Apprezza la sua devozione per cause speciali e ideali. Ti mostrerà il valore di rendere il mondo un posto migliore e
più creativo
Entra in intimità prima con la sua mente e poi col suo corpo. Ti catturerà mentalmente e ti intrigherà completamente

Cosa NON fare per sedurre una donna 

Essere troppo preciso. Se richiedi puntualità o dipendenza totale, ti ritroverai frustrato. una donna di cultura si comporta
secondo i suoi desideri e spesso vive nel "suo" mondo"
Chiedere una relazione "seria" troppo presto e non cercare mai di essere l'unica cosa nel suo universo. Ha bisogno di
spazio da esplorare e tempo da dedicare all'umanità
Cercare di cambiare il suo modo di pensare, anche se non sei d'accordo sul suo punto di vista per alcuni aspetti.
Avrà probabilmente delle credenze ben strutturare sul modo in cui il mondo deve funzionare
Cercare di attrarre una donna di cultura nelle tue braccia quando la sua mente è altrove- Probabilmente declinerà l'invito o
peggio ancora, potrà neanche notare il tuo proposito.
Cercare di influenzare il suo modo di vestirsi. Puoi pensare che sia completamente inappropiato o strano, ma una donna d ama vestirsi in modo differente dalla massa.

Capire se si è amati



Capire se si è  amati è molto importante e lo capiamo non da cosa una persona dice ma cosa fa e dalla sua comunicazione non verbale espressa come microsegnali emotivi del linguaggio del corpo.
Questo ci servirà anche nella seduzione

Nella seduzione , il primo contatto è importantissimo: nei primi cinque minuti di conversazione
una persona si fa già una idea di chi ha davanti, e ci vuole molta energia per poter cambiare
questa immagine che si è fatta dentro se no corrisponde a quella che noi desideriamo. Molto
spesso le persone usano un atteggiamento da "pavone" di fronte ad una donna o si lasciano
prendere dalla timidezza. La cosa più importante da fare e cercare di farle capire che siamo
sulla sua "lunghezza d' onda" e per far ciò possiamo far uso del RICALCO. La tecnica del
ricalco si può facilmente spiegare cominciando a ricordare un episodio della vostra vita,
quando eravate in perfetta sintonia con qualcuno. Provate a chiudere gli occhi e ricordare un
episodio, recente o lontano in cui vi sentivate in perfetto accordo con qualcuno. In linea di
massima se ponete ben attenzione, potete notare che la cosa che vi colpiva maggiormente
era che avevate gli stessi ideali e valori, la pensavate allo stesso modo su alcuni argomenti,
magari avevate la tessa postura corporea o la stessa mimica facciale, o addirittura avevate
una stesso ritmo respiratorio. A livello inconscio succede sempre così: quando due persone
iniziano a conoscersi, passato la fase di "rompere il ghiaccio" inconsciamente tendono ad
assumere man mano che si instaura un rapporto sempre più di interesse, un sempre maggior
ricalco degli aspetti dell' altro. Pensate un attimo a quante persone avete sentito dire di aver
acquisito un determinato comportamento o modo di fare dopo esser stai per un determinato
periodo di tempo con una persona. Qui entra un concetto molto importante: QUALSIASI
COSA DICIATE O NON DICIATE, RICORDATE SEMPRE CHE INFLUENZATE UNA
PERSONA CUI STATE VICINO. Prendendo atto di ciò noi possiamo VOLONTARIAMENTE
mettere qualsiasi persona in uno stato di rilassamento e fiducia, iniziando inconsciamente a
trasmetterle che siamo molto vicini al suo mondo. Ma come? Iniziate ad assumere lo stesso
modo di fare, senza scimmiottare,assumete lo stesso comportamento, i modi di dire, la
cadenza del parlare, la mimica facciale, gli stessi gesti. Dopo un po' può capitarvi di percepire
anche le stesse sensazioni che prova la persona! La mente ed il corpo sono strettamente
connessi, ed assumendo delle posture è possibile evocare stati d' animo determinati.

Attraverso gli Atti di scarico tensionale il soggetto informa indirettamente
l'operatore, in tempo reale, in merito alla quantità di tensione
accumulata se è innamorato e a che livello è innamorato.
 Il suo valore, nel caso di grattamenti, sarà rilevabile
con precisione in base all’identificazione della zona corporea
interessata: i pruriti al naso esprimono il massimo contenimento
microtensionale accettato dagli indici di tolleranza dell'individuo
(poiché il naso è collegato direttamente con la zona del cervello che
governa le emozioni); il prurito accusato in zone del corpo sempre
più distanti dal naso indica un carico microtensionale via via minore.
Nel caso invece di altre azioni di scarico (variazioni posturali,
deglutizione, ecc.), sarà rilevabile solo con una certa
approssimazione.
Nel seguito illustriamo, ordinati per valori decrescenti, gli
atti di scarico accompagnati dalla stima percentuale della tensione
subita dal soggetto.
Il 100% rappresenta il massimo di carico microtensionale
contenibile all'interno dell'indice di tolleranza del soggetto, ossia
che non disturba l'io logico e non attiva quindi meccanismi di difesa.
Il manifestarsi nel soggetto di una microtensione oscillante tra il
70 e il 100% indica all'operatore che ha reso un eccellente servizio
analogico durante il dialogo.
1. Pressione esercitata in prossimità delle narici 100%
2. Grattamento verticale del naso 100%


Fai innamorare l'uomo che desideri





Se sei stufa di non riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi in amore forse e' giunto il momento di dare una svolta alla tua vita sentimentale:
Fai innamorare l'uomo che desideri.
Come?
Semplice, con le metodologie dell'Ingegneria della seduzione che consentono di produrre compressioni e decompressioni emozionali che sono alla base dell'innamoramento e della seduzione.


In cosa
Consiste dunque l'innamoramento ?


L'innamoramento e' figlio delle emozioni.
Noi ci innamoriamo quando viviamo una decompressione del pathos (cioè dell'emotività pura) che viene pilotato su un oggetto di desiderio.
Il pathos compresso (vincolato) e non utilizzato rappresenta il serbatoio di energia che poi potrà essere decompresso e pilotato sulla persona, in questo caso sull'uomo che, tu donna vuoi fare innamorare.
Come avviene tutto questo?


Semplicemente imparando a comprimere e decomprimere attraverso i giusti comportamenti , le emozioni attraverso strategie di comportamento seduttivo che possono produrre le giuste emozioni.


Per produrre emozioni non e' necessario andare a generare emozioni ex novo si deve andare a stimolare emotività già presente nella persona.


Per capire quali emozioni sono già potenzialmente presenti nell'uomo e' necessario imparare il linguaggio non verbale o linguaggio del corpo .
Linguaggio del corpo non come macrosegnali ma come
Microsegnali di comunicazione non verbale che indicano coinvolgimento o decoinvolgimento.
Questi segnali  sono a livello non verbale-

A verbale una delle obiezioni più comuni al significato e al valore data posizione perché é comoda, o ci si sfrega il naso perché  prude, ci si lecca le labbra perché sono secche e via dicendo.
In effetti, sarebbe strano se uno si sfregasse le narici se non provasse un fastidio o modificasse la sua postura se non fosse scomodo.
Queste sensazioni sono reali, ma il particolare che sfugge a chi le vive è che si producono in assenza di
un quasivoglia stimolo esterno.
In sostanza, se durante una conversazione ci pizzichiamo il naso o se incrociamo le braccia è molto
probabile che ci sentiamo infastiditi o seccati.
Quando facciamo azioni come queste infatti stiamo reagendo ad uno stimolo emotivo e di solito la sua
origine é legata all'interazione o al dialogo: può trattarsi così di una parola o di un commento del nostro
interlocutore, o anche della sua stessa presenza.
Certo, queste forme di reazioni sono di per se assurde e prive di senso, ma sono provocate da una
regione del cervello, preposta all'elaborazione dell'emotività, che fa una valutazione sommaria e
grossolana.
Spetta, in un secondo tempo (ma parliamo di frazioni di secondo) alla corteccia (l'area evoluta) a
mettere delle pezze alle risposte più inadeguate o sproporzionate.
Il diverso "ragionamento" delle due aree cerebrali si risolve in un "pari e patta" che consiste in genere
nell'esecuzione di un frammento della reazione (ad esempio, orientare il piede verso una porta quando
si prova l'impulso a scappare) o di un 'atto simbolico (spezzare un gessetto invece di rompere la faccia
a qualcuno).
Più avanti daremo un nome a queste strutture e vedremo più precisamente come interagiscono.
Tutti ricorderanno Fantozzi che si passa vistosamente la lingua sulle labbra quando incontra la signorina Silvani.
Sebbene in maniera più moderata, tutti noi facciamo quest'azione quando vediamo o sentiamo qualcosa che ci piace.
Umettarsi le labbra é un'azione legata all' eccitazione sessuale; quando siamo coinvolti sul piano
sessuale le labbra inturgidiscono e diventano particolarmente sensibili ed "erogene"; leccarle diventa così una sorta di soddisfazione autoerotica.
Se in questa situazione il gesto ha una suo motivo d'essere, non così in altre circostanze in cui pure lo
eseguiamo: se siamo attratti dalla fisica quantistica o dai viaggi esotici, possiamo comportarci infatti
come se lo stimolo fosse sessuale.
Questo avviene per un processo chiamato generalizzazione della risposta: in altre parole, estendiamo
quel tipo di reazione a tutte le stimolazioni che ci procurano eccitazione.
Del "ragionamento" descritto è responsabile in "prima persona" la struttura arcaica del cervello cui
abbiamo accennato e che si chiama amigdala.
L'amigdala é una sorta di "cervello primordiale", nato con lo scopo di preservare l' organismo dal
pericolo e a farlo con prontezza.
Si tratta di una sorta di archivio dei comportamenti d "stimolo-risposta": in soldoni, potremmo
paragonarla ad uno schedario; ogni volta che uno stimolo esterno perviene a questa struttura, l'amigdala fa una ricerca nei suoi "file"; se l'evento (o per lo meno qualcosa che gli assomiglia) é schedato, l'amigdala "parte in quarta".
Dato che la reazione deve essere immediata (pena un possibile danno), la valutazione é, come detto,
piuttosto generica e segue il principio della somiglianza: in altre parole, se lo stimolo presenta delle
similitudini con qualcosa di pericoloso, la reazione si innesca.

venerdì 30 marzo 2012

Come coinvolgere una donna



Per coinvolgere una donna devi produrre delle emozioni attraverso le tecniche di seduzione imparando anche a gestire il linguaggio del corpo.
Le emozioni sono il terreno fertile sul quale si innesta l'innamoramento.
bisogna essere imprevedibili

Invitala a cena e sorprendila con il suo piatto preferito. Completa la serata con candele e musica romantica
Prenditi del tempo per occuparti di lei e renderla speciale. Apprezzerà sicuramente del buon cibo e una buona
compagnia..
Sii pronto a condividere il tempo tuo con lei .Apprezzerà sempre essere coccolata
Aspettati il suo supporto in cambio. La donna timida sarà sempre lì ad aspettarti quando avrai bisogno, con le braccia
aperte Supportaloanelle sue scelte, consigliala giorno per giorno.
Dagli molte attenzioni e apprezza la sicurezza materiale
Impara ad apprezzare la quiete e le serate tranquille a casa. Ti mostrerà quanto queste ore possono essere
soddisfacenti
Ricordati e festeggia i "giorni particolari", come S. Valentino e l'anniversario del vostro primo incontro
Mostragli come apprezzi la ricchezza emotiva della vostra vita insieme


COSA NON FARE PER coinvolgere una Donna

Mandare a monte un appuntamento o non farti trovare a casa nell'ora in cui si aspetta che dovresti esserci
Essere imprevedibile. una donna timida è dipendente e si aspetta altrettanto dal partner
Spingerla a prendere una decisione troppo in fretta. La irriterai moltissimo
Essere impaziente. Ha assolutamente bisogno di prendersi tutto il suo tempo.
Comportarti in modo troppo ostinato. Una volta che ha preso una decisione, non gli piace cambiare idea
Non essere serio. Se non sei sicuro di volere una relazione seria, non iniziarne con una donna timida
Spendere troppo o scommettere sulla stabilità finanziaria. La sicurezza finanziaria è molto importante per questo
segno.
Dubitare sulla relazione.
I sentimenti sono molto importanti per una donna  e una volta che si è impegnata, resta impegnata.

martedì 27 marzo 2012

Come fa una donne ad essere sensuale ma non volgare


Come fa una donna ad essere sensuale o non volgare?
Attraverso comportamenti, gestione delle emozioni, atteggiamenti, espressività, abbigliamento.



Sapersi vestire ed essere in grado di attrarre il sesso maschile senza sfociare nella volgarità, dovrebbe essere la cosa più semplice del mondo per noi donne, eppure spesso e volentieri non ci si riesce e si sfocia nel cattivo gusto, con abiti troppo succinti e troppo generosi in scollature e trasparenze.

Per imparare ad essere sensuale superando i vincoli e le timidezze immagina di essere un'attrice che recita un ruolo.
Immagina di essere un'altra te. Ovvero proietta tutte le tue potenzialità seduttive e la tua femminilità su un personaggio della tua fantasia, che in realtà è un tuo alter ego. A questo punto dai un nome alla nuova parte di te, quella che hai scelto finalmente di valorizzare. 
«Quali sono i tuoi punti di forza? Belle gambe? Sorriso smagliante? Capelli da fata? Vivere nel segno del Burlesque significa imparare ad accentuare le tue peculiarità per divenire irresistibile. Ma ricorda: l'estetica non basta, devi abbinarla ad eleganza e simpatia». 
Una donna deve essere femminile in tutto quello che fa`, essere dolce e sensuale quando serve, deve essere sexy , sincera e spontanea e sopratutto non deve essere fredda o voler vedere sempre dietro ad ogni pensiero, ogni espressione 
Le virtù femminili sono molteplici ed ogni donna le possiede tutte, alcune di esse vengono manifestate e costituiscono parte integrante del proprio essere, altre esistono allo stato potenziale e necessitano di uno stimolo perché siano "risvegliate".
Bellezza, fascino, sensualità, seduzione, dolcezza, forza interiore, coraggio, saggezza e mistero sono solo alcuni degli aspetti che rendono l'universo femminile incommensurabilmente vasto.
Ogni donna che aspira a vivere una vita serena ed appagante deve fare tutto il possibile per risvegliare nel proprio essere le potenzialità che la caratterizzano e fare di queste dei veri e propri punti di forza sui quali fare leva per realizzare i propri desideri e le proprie aspirazioni.
Riconoscere i propri valori, diventare più consapevoli di sé e avere fiducia in se stesse dovrebbe rappresentare per ogni donna una priorità assoluta.
Si considera che la bellezza di una donna sorga da dentro, da quella complessità dell'Anima che si riflette anche sul corpo, in quanto, una trasformazione di natura spirituale, modifica, in modo misterioso, anche la struttura fisica. Il cambiamento deve avvenire dapprima interiormente: tutto ha principio nel nostro meraviglioso e complesso universo interiore che, nutrito con il nettare della conoscenza inizia a splendere di una particolare Luce Divina che traspare attraverso il nostro corpo che, da questa stessa Luce, viene attraversato e rigenerato. E' questo il segreto dell'emanazione del fascino travolgente che fa di un essere femminile l'incarnazione dell'archetipo della donna, inteso nel senso più ampio e sublime del termine.  

lunedì 26 marzo 2012

Come superare il tradimento in amore





Come superare il tradimento in amore è importante visto che il tradimento è un fenomeno molto frequente.
Le metodiche dell'ingegneria della seduzione con le sue strategie di coinvolgimento e seduzione verso gli altri ma anche verso se stessi, consentono sia di prevenire sia di superare il tradimento.






La prima considerazione deve evidenziare la natura umana. Dal punto di vista della attrazione naturale tra i sessi, l'animale uomo non è monogamo ma poligamo. 


La natura "accende" i nostri sensi quando la complementarietà tra appartenenti a sessi opposti nella specie umana potrebbe garantire un ottimo stato di salute per il prodotto di una eventuale unione sessuale. In altre parole, siamo attratti da chi ci piace particolarmente, indipendentemente da regole e costumi (il colpo di fulmine).


 Questo fenomeno naturale avviene indipendentemente dal fatto che un essere umano sia legato sentimentalmente con un patto d'amore ad un altro (unione, convivenza, matrimonio).


 La nostra volontà può disciplinare il comportamento, ma non ha alcun potere nei confronti della nostra natura, condizionata da millenni di adattamento all'ambiente. Rinnegare la nostra animalità significa rinnegare secoli, millenni di evoluzione, avvenuti con non pochi sforzi
o, ma indipendente e libera, l'ha resa come lui: infedele, ma forse meno colpevole per questo, di quanto poteva essere nel passato.



Nella cultura greca, il tradimento era un evento molto frequente, ma vissuto con una certa leggerezza e spesso non giudicato come “peccato”, sembrava una cosa naturale, umana e possibile.
La coppia regale Zeus ed Era, era senza dubbio quella più tormentata dal tradimento. In questo famoso matrimonio le numerose scappatelle del marito suscitavano le ire della consorte, ma senza mettere mai in discussione il rapporto. Malgrado tutto, né Zeus né Era hanno rinunciato mai l’uno all’altra, perché legati da un vincolo d’amore potente e indissolubile.
In questo viaggio a ritroso alle radici del tradimento ci imbattiamo inevitabilmente nel tradimento originario, quello di Adamo ed Eva verso Dio. Il serpente edenico, instillando la curiosità, indusse Adamo ed Eva a cedere alla tentazione di mangiare il frutto dell’albero della conoscenza, perdendo così i benefici di un mondo incantato, senza problemi, senza dolore, né sofferenza, né morte.

Nell’esperienza del tradimento a livello microcosmico - per esempio nella coppia - assistiamo alla rappresentazione del solito dramma universale tra due opposte e altrettanto legittime ragioni: da una parte l’esigenza di superare un problema di iniquità, di procedere dunque verso sempre maggiore "giustizia" e libertà; e dall’altro il tentativo disperato di preservare e difendere le posizioni raggiunte.
E’ opportuno osservare che in questo dramma il vissuto della trasgressione non è mai simmetrico nè contemporaneo nelle due parti in causa. 



In una coppia in cui si verifica un tradimento i sentimenti che ne scaturiscono sono molteplici e non si hanno ne' vincitori ne' vinti: entrambi i partners infatti hanno perso qualcosa.
E' come se ci fosse un patto segreto, un'intesa per cui i membri della coppia agiscono stabilendo dei ruoli: il cattivo (il traditore) e il buono (il tradito).


il poligamo non effettua nessun check-up della coerenza perché è solamente preoccupato di soddisfare il proprio piacere: quanti sono i poligami che si preoccupano di rispondere a una semplice domanda: se tutti avessero la loro stessa inclinazione, come potrebbe stare in piedi una società che rispetti entrambi i sessi (nelle società poligamiche la donna è fortemente penalizzata)? Non si sta parlando di valori morali, ma di riscontri pratici: test di paternità, cause di divorzio (si pensi che oggi, con un coniuge, il caos è totale, figuriamoci con n coniugi), di successione ecc.
Analogamente, non regge al check-up della coerenza il monogamo permanente, banalmente contraddetto dal fatto che (a prescindere da errori di scelta) le persone possono cambiare e, conseguentemente, la persona che prima migliorava la sua vita ora può penalizzarla.
Quindi:

Ciò che è importante imparare dalle nostre vite è la certezza di poter attraversare anche la solitudine. Quando questa fiducia interiore viene meno, il tradimento è in agguato. La nostra psiche è la natura stessa, è una sua scintilla, è colei che crea e nutre, ma sa essere anche potentemente violenta, se necessario, e spesso, è costretta ad esserlo per salvarci dal peggio.
L’individualità richiede il coraggio di essere soli e di opporsi a un mondo che tradisce e banalizza 

SEMINARIO: Gestione delle Emozioni e Successo in Amore-Genova 3 Aprile

SEMINARIO: Gestione delle Emozioni e Successo in Amore


(secondo il metodo dell' Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)


Conduttore: 


Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)


Con la collaborazione di : Denise DEMURTAS, counsellor nella relazione d'aiuto

SEDE: GENOVA- VIA DELLA CONSOLAZIONE
1/3r
DATA MARTEDI 3 APRILE  ore 21
COSTO: 20 e
PRENOTAZIONE VIA MAIL A
centrostudicomunicazione@yahoo.it



INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.:             333 1511703 begin_of_the_skype_highlighting            333 1511703      end_of_the_skype_highlighting      
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://www.seduzionevip.com
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3


Argomenti trattati nel primo modulo:




AUTOCONTROLLO EMOZIONALE:

Semplici ed efficaci tecniche per superare insicurezza, timidezza e paura di agire. 

I segreti del primo approccio: le migliori tattiche per stabilire il primo contatto con una persona. 

Perchè non riesci a concludere: gli errori da evitare dei seduttori alle prime armi. 

MOTIVAZIONE PERSONALE:


Come imparare a motivarsi recuperando le energie necessarie per porre in essere le azioni vincenti nel rispetto dei valori e delle convinzioni soggettive.  
professione e nella vita privata, tutti sanno esprimersi, ma sono pochi 
quelli che riescono ad ottenere un consenso rapido nei rapporti relazionali della loro vita. 
E’ necessario pertanto imparare strategie comunicative efficaci (tecniche 
evolute di PNL, HDE, IE) per poter stabilire rapidamente un rapporto di 
stima profonda e di forte coinvolgimento  in ambito sentimentale con la persona che desideriamo conquistare o riconquistare o in ambito lavorativo con clienti/collaboratori/pubblico/responsabili per poter diventare comunicatori di successo e sviluppare capacità persuasive.


MICROSEGNALI DI COMUNICAZIONE EMOZIONALE


(Comunicazione strategica e seduzione analogica in ambito sentimentale e lavorativo)






Ti piacerebbe leggere nel pensiero?


Vuoi scoprire qual ’ è il significato di semplici gesti che fai involontariamente?


Vuoi avere successo nella vita nelle relazioni sentimentali e nel lavoro, comunicando in modo efficace attraverso le emozioni?


Vuoi comprendere in profondità le emozioni del tuo interlocutore, in tempo reale?


Se la tua risposta a queste domande è “ sì ”, questo corso è per te


Il corso vi aiuterà a captare e decodificare tutti i segnali che produciamo senza sosta, in modo del tutto inconscio e senza motivo apparente e come, sulla base di queste azioni involontarie, sviluppiamo sentimenti di attrazione, diffidenza o disagio nei nostri comuni rapporti umani.


Distinguere questi linguaggi del corpo e comprenderne il significato all'interno di una conversazione o di un'interazione ci dà un enorme vantaggio sul piano interpersonale: possiamo scoprire quello che l'interlocutore non dice, le cose che nasconde e, talvolta, le emozioni e gli impulsi di cui non è ancora consapevole.


La comunicazione emozionale subliminale ha un peso decisivo in tutti gli scambi comunicativi.


Impararla permette di essere più persuasivi, stimolando attrazione, migliorando così i rapporti interpersonali.
Nelle relazioni sentimentali permette di poter mettere in atto comportamenti che producono "innamoramento" e coinvolgimento emotivo.


Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro

domenica 25 marzo 2012

L' orgoglio in amore è un limite





L' orgoglio in amore è un limite perchè è un meccanismo di difesa che impedisce di vivere 
pienamente il pathos dell'amore.
Per amare se stessi al di la dell'orgoglio bisogna effettuare una seduzione su se stessi, imparando ad amarci.


Come potete, quindi, non amare voi stessi?
Il nostro più profondo timore non è di non essere adeguati.
Il nostro più profondo timore è di essere potenti oltre misura.
È la nostra Luce, non la nostra Oscurità, che ci intimorisce di più.
Ci chiediamo, chi sono io per essere brillante, stupendo, pieno di talenti, favoloso?
In realtà, chi sei tu per NON esserlo?



Cosa succede, allora, quando l’orgoglio emerge all’interno di una relazione d’amore? In che modo l’orgoglio e l’amore possono sistemarsi tra i due soggetti coinvolti emotivamente? Poniamo il caso che tra i due amanti avvenga una lite e che uno dei due si senta offeso, tradito, sminuito, ferito. Immaginiamo che in lui, o lei, nasca un moto d’orgoglio: quale situazione si verrebbe a creare? Pressappoco questa, volendo essere realistici: il partner che ha ricevuto il colpo reagirebbe con un movimento di chiusura o di attacco finalizzati a difendere la propria identità, la propria immagine; utilizzerebbe l’orgoglio per preservare la sua struttura psichica e non cedere alla sofferenza del danno ricevuto. 

Perché una persona sceglie di adoperare lì orgoglio come risposta ad un conflitto? Perché si sente frantumato sotto il colpo dell’offesa e, proprio in quel momento, rinforza le difese e innalza barriere per difendere l’integrità e contenere la paura della solitudine. Ma chi stabilisce che l’atto compiuto dal partner sia stato concepito intenzionalmente come un’offesa gratuita, e non sia, invece, il frutto di un equivoco o il riflesso di un disagio personale che nulla a che vedere con la presenza dell’altro? Semplificando: chi dice che l’offesa è veramente tale, così come l’intenzione di danneggiare? E se fosse tutta una percezione falsata della realtà? Se fosse un errore di interpretazione? L’orgoglio avrebbe peggiorato, forse irrimediabilmente, la situazione. 

Ritrovare l'amore con l'ingegneria della seduzione



L'ingegneria della seduzione permette di ritrovare l'amore mettendo in atto tutte le strategie di coinvolgimento comportamentali che producono emotività e stimolano pathos.
Infatti per riuscire a coinvolgere la persona che ci interessa  per farla  innamorare di noi dobbiamo passare da un piano logico razionale ad un piano analogico emozionale.


Molte donne si lamentano di non riuscire a trovare o ritrovare l'amore.


Ovviamente, ci sono donne che non sembrano avere mai problemi a conoscere qualcuno con cui uscire. Sono le donne che pare conquistino gli uomini con un solo gesto, che li seducono sanno come tenerseli e vi fanno morire d'invidia. Forse credete che siano più carine/brillanti/sexy di voi, ma la verità è che loro sanno come inviare i messaggi giusti e cosa fare per conoscere qualcuno. La buona notizia è che potete farlo anche voi. 


Trovare l’Amore, quello vero. C’è? Si può trovare?
Come? Quando? Dove? Perché? Cosa significa trovare l’Amore vero?
Cos’è?
L’amore Reale si può trovare?
Sì? No? C’è?
L’Amore falso, invece?
Esiste? Si può riconoscere? Come?

L'ingegneria della seduzione da una risposta a tutte queste domande e da strumenti operativi e pragmatici per raggiungere il risultato voluto.


La regola di base è che la forza della seduzione e quindi la forza del desiderio è molto più elevata della
forza della ragione e quindi la volontà andrà nella direzione della forza più trainante.

La nostra vita è piena di comportamenti razionalizzati a posteriori cioè giustificati razionalmente solo dopo
essere stati prodotti.

La seduzione e le tecniche di seduzione sono utili in tutte le fasi in cui si sviluppa un rapporto sentimentale:

conoscenza

innamoramento

relazione

Nella fase di conoscenza seduzione e tecniche di seduzione ci permettono di entrare da subito in relazione positiva con la persona che ci interessa, rompendo il ghiaccio o direttamente o indirettamente ed entrando senza generare meccanismi difensivi nel mondo del nostro interlocutore.

Nella fase di innamoramento seduzione e tecniche di seduzione ci permettono di far scattare nella perosna di nostro interesse potenti automatismi di attrazione e desiderio che vengono poi codificati a livello logico-razionale come innamoramento.

Nella fase di “relazione” cioè di sviluppo del rapporto nel tempo seduzione e tecniche di seduzione ci permettono di effettuare quella “manutenzione del rapporto” necessaria a far si che non si scada nella routine e nell'abitudine mantenedo sempre alto il livello di passionalità ed impedendo di fatto che un “terzo incomodo” si insinui all'interno del nostro rapporto.

L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.
 

sabato 24 marzo 2012

Come usare la seduzione nella vita





Usare la seduzione nella vita ci consente di migliorare i rapporti affettivi sentimentali, sessuali, familiari, lavorativi, di realizzazione sociale e di realizzazione personale.
Le tecniche di SEDUZIONE si basano proprio sul presupposto che: 
l’attrazione non è una scelta logica. 
La SEDUZIONE come l’attrazione e l’innamoramento affondano le radici nella parte istintiva ed in quella emozionale dell’uomo. Il cervello umano infatti è triadico, ha infatti una funzione istintiva, una emotiva ed una logica. 

E ancora, nonostante la parola sia per l'uomo la principale forma di comunicazione interpersonale, noi comunichiamo anche mediante lo sguardo, i gesti, il comportamento, le variazioni  di postura ed altre forme di comunicazione non verbale . 
Questi messaggi non verbali possono modificare e spesso rovesciare il senso delle parole e si rivelano un potente mezzo di gestione del comportamento di coloro che sono in rapporto di relazione con noi ed un potente mezzo per la seduzione della persona di nostro interesse. 

La nostra consapevolezza della realtà è in larga misura determinata dal contesto sociale; i nostri concetti, le nostre idee, il nostro modo di pensare vengono plasmati dalla socializzazione e dal contatto con le altre persone. Allo stesso modo, molti dei nostri giudizi dipendono, almeno in parte, dalle opinioni trasmesseci dagli altri. 

Il più delle volte, il fatto di ritenersi attraente o simpatico dipende per lo più dalle reazioni e dai 
commenti di altre persone. 
Se si provasse a ripetere ad un bambino per dieci volte al giorno che è scemo, non ci si dovrà poi stupire se, alla fine, lui stesso si convincerà di esserlo per davvero. 
Questo meccanismo di funzionamento della mente umana viene utilizzato efficacemente per 
la seduzione al punto che la cosiddetta preselezione rientra a ragione tra le 
tecniche di seduzione. Quando si nota che una persona è attraente per gli altri, automaticamente diventa attraente anche per noi. 
Le tecniche di SEDUZIONE prevedono in alcuni casi il supporto di “spalle” o “gregari” che ci aiutano per  far si che gli altri ci trovino più attraenti di quanto siamo in realtà.  

La seduzione nelle relazioni sentimentali si manifesta a libello comunicativo con il bacio.
Il bacio è la più elevata espressione dell’amore: tutti coloro che sono innamorati di una persona pensano spesso al primo baciocome strumento per rendere pubblico un sentimento tanto segreto quanto importante. 

Il bacio dato solo sul labbro inferiore del partner è uno tra i baci più sensuali: molto usato da chi cerca di sedurre una donna, è molto amato dagli uomini perché permette loro di mantenere una forma di mistero nei confronti della donna. Dopo aver baciato gentilmente il labbro inferiore della propria compagna si può passare a quello superiore e continuare in questo modo per riscaldare l’atmosfera. 
Ciò che davvero fa impazzire un uomo è ilbacio a sorpresa: quando una donna bacia all’improvviso il suo compagno in modo dolce e delicato può essere sicura di averlo colpito sotto il profilo sentimentale. Per la riuscita di questo tipo di bacio si consiglia di alternare baci lenti a baci passionali. 

Prenotazione SEMINARIO GRATUITO di GENOVA su: GESTIONE EMOZIONI E SUCCESSO IN AMORE via mail a centrostudicomunicazione@yahoo.it





La Prenotazione del  SEMINARIO GRATUITO su GESTIONE EMOZIONI E SUCCESSO IN AMORE si effettua via mail a

centrostudicomunicazione@yahoo.it


Argomento:
GESTIONE delle EMOZIONI e SUCCESSO in AMORE

COME GESTIRE LE EMOZIONI per RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE e NELLE RELAZIONI LAVORATIVE, FAMILIARI E SOCIALI

MARTEDI 27 MARZO ore 21
GENOVA c/o Associazione LE MILLE E UNA NOTTE
VIA DEL MOLO 49 R (PORTO ANTICO)



Relatore

Massimo TARAMASCO (I deatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Ideatore di nuove tattiche di seduzione per far innamorare e coinvolgere chi desideri Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master autore del libro tra i best seller 2012 :INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE - ed Anteprima.



Con la collaborazione di Denise DEMURTAS counsellor nelle relazioni d'aiuto

venerdì 23 marzo 2012

La SEDUZIONE per conquistare l' AMORE





La seduzione per conquistare l'amore è il fine più alto delle tecniche di seduzione.
I fini della seduzione sono diversi, ma si possono riassumere in due fondamentali finalità : la soddisfazione di un bisogno personale e l'Amore.
Possono esserci diversi tipi di amore. Si tratta di capire quali obiettivi abbiamo
Il commerciante può sedurre il compratore per vendere, la principiante può sedurre il capo per far carriera, l'aspirante uomo d'affari può sedurre il politico influente per ottenerne i favori ecc.
E si può sedurre per Amore.
Questo concetto di seduzione parte da una regola d'oro: il proprio piacere coincide esattamente con il piacere dell'altro, ovvero sei felice se l'altro è felice. E il miracolo straordinario che sperimenti se applichi questa semplice regola è che la felicità è un boomerang: se rendi veramente felice qualcuno egli renderà felice te. 

Sedurre per Amore scardina completamente questo teorema e parte esattamente dal polo opposto: DARE PRIMA DI CHIEDERE: il mio obiettivo principale è vederti felice quindi soddisfare i tuoi bisogni emotivi e materiali perché non posso essere completamente felice se tu non lo sei. 



Molti uomini cercano di imparare la seduzione per conquistare donne giovani.
Nella vita di un uomo si vivono più o meno due fasi: quando si è ancora molto giovani si è spesso inevitabilmente attratti dalle donne più grandi e mature, mentre quando si è superata una certa età sono all’opposto quelle più giovani di noi a fare colpo. Ecco cinque consigli di base per conquistare e sedurre una donna più giovane. 


 Da prendere attentamente in considerazione c’è anche l’esatto opposto: se la differenza di età è innegabile, non bisogna farla pesare. Questo vuol dire che non bisogna assolutamente comportarsi come se si fosse un genitore della donna. Lei un padre lo ha già, e dall’uomo al suo fianco si aspetta ben altro che paternali e interferenze nelle sue decisioni e nella sua vita privata. Al tempo stesso è necessario un minimo di flessibilità nelle proprie preferenze e nei propri gusti per non passare da noioso e (questo sarebbe un fallimento totale nella fase di conquista) vecchio. 


È possibile sedurre a cinquant'anni? Per molti la risposta a questo breve quesito risulta negativa, visto che la seduzione è ritenuta un’arma esclusiva dei più giovani amanti.

Sempre più persone, infatti ritengono che ad una certa età non sia più possibile sedurre qualcuno o addiritturariaccendere il sentimento per il proprio partner.
Questa teoria appare però ormai obsoleta, in quanto sono numerosi i soggetti che decidono di ravvivare la propria situazione sentimentale, o restando con l’antico amore della propria vita o ricominciando con una nuova storia d’amore.
In una società come la nostra, dove le separazioni sono all’ordine del giorno, o dove si resta con il partner senza amore, aumentano i casi di quarantenni e cinquantenni che scelgono di mollare la vecchia relazione e di iniziarne una nuova, rimettendosi in gioco e, soprattutto, ritornando sulla piazza.

L’aspetto negativo di tutto questo è rappresentato da quei soggetti che, pur di attirare l’attenzione su di se, si imbellettano credendo di apparire più giovani ma, in realtà, esagerano, sfociando nel cattivo gusto.
La possibilità di ritornare a vivere è invece l’aspetto positivo che, in modo meno esasperato, offre un’altra chance anche a chi si crede perduto. 

giovedì 22 marzo 2012

DONNE TRADITE DAL MARITO





Le donne tradite dal marito , dicono le statistiche sono 1 su 3.
E' importante capire come scoprire il tradimento e poi come gestirlo.
Alcune donne vivono il tradimento con rassegnazione e fanno discorsi del tipo:
"Quando ho scoperto che aveva una storia con un'altra donna mi sono arrabbiata, ovviamente. Ma ne abbiamo parlato e ho capito. Mi era molto riconoscente di tutte le attenzioni che avevo per lui, ma trovava che mi occupassi poco di me stessa. E aveva ragione. 
A forza di occuparmi di lui, non mi prendevo più cura di me. Ero diventata più madre che amante" 

Per evitare di essere tradite bisogna produrre seduzione ed innamoramento.




Tentare di costruire un rapporto duraturo, non è vero che non costa nulla: si investe tanto in un rapporto. E` un continuo donarsi, e, a volte, non si riesce a soddisfare a pieno le esigenze dell`altro/a. 
Certamente, non è mai tempo perso! 



spesso, non si ha il coraggio di affrontare determinati argomenti, si cova, dentro se stessi, rancore per determinate attenzioni mancate, o l`incomprensione di determinate frasi… 
Tutto ció alimenta, dentro di noi, un mostro pronto a divorare la persona che ha condiviso con noi i nostri momenti piú brutti, che ci ha sostenuto moralmente quando il mondo sembrava crollarci addosso, quando si era soli… La persona con la quale abbiamo passato, soprattutto, i momenti piú belli, quelli che rimarranno sempre lí, e nessuno potrá portarceli via!
Purtroppo, quando la tarma lavora, o si fa fuori in tempo, oppure é troppo tardi….
Sicuramente, mettersi su un piedistallo, pensando di aver tutte le ragioni di questo mondo, non aiuta. C`è chi, poi, tende ad alimentare, le tarme, scrivendo frasi che mirano solo a ferire l`altro/a, quindi il rapporto volge al suo naturale epilogo.
La ragione in questi casi prende il sopravvento, per autodifesa, e si cominciano a vedere delle sfaccettature negative del carattere dell`altro, facendoci dimenticare tantissime cose molto piú importanti. 



mi rivolgo a tutte voi ma in particolare a quelle che come me sanno di essere quotidianamente tradite ed umiliate dal proprio compagno ma, per paura di una realtà economica infausta e per garantire ai figli una figura materna e paterna, rinunciano alla propria dignità di persona e sopportano, sopportano e sopportano. 
Ill tradimento è una esperienza molto diffusa, mai indolore. Non ci sono stagioni più 
adatte di altre all'adulterio. Spesso il tradimento si consuma nel proprio ambiente di lavoro o addirittura tra le mura di casa come nel caso delle "infedeltà virtuali", 
consumate davanti al computer utilizzando "chat" e "web cam" e tutto ciò a prescindere dalla stagione. Ridimensioniamo quindi il mito dell'estate come stagione del tradimento, per riflettere sul fatto che il tradimento è una spia di 
problematiche di coppia ben più profonde e, soprattutto, svincolate dal calendario 



Tradirsi è un evento sconvolgente, minaccia la fiducia reciproca, è un venir meno 
del "noi", della fusione della coppia. Chi viene tradito rimprovera all'altro di muoversi da solo, trasgredendo l'unione totale. Spesso si è portati a formare una 
coppia per la paura della solitudine, per un bisogno di sicurezza e non perché si è interessati veramente l'altro. L'amore è strettamente legato al desiderio di voler 
dare qualcosa di sé all'altro. Spesso invece, nella coppia si è portati solo a chiedere 
(o a pretendere) cure e attenzioni dal partner, rendendo impossibile la "crescita" di entrambi. Quanta frustrazione in questa continua richiesta d'amore! E' questa la classica situazione di chi ama soprattutto per colmare un vuoto, legato probabilmente a qualcosa che è mancato nel periodo infantile (sicurezza, protezione, rifugio, tenerezza, comprensione). 



 Tempi duri per le sognatrici, per le donne che sin da bambine sognano la favola, che si innamorano, si sposano e pensano davvero di "vivere per sempre felici e contente".
I tradimenti più frequenti sono quelli con partner occasionali, meno "dannifici" perché solo raramente diventano una relazione, quelli più rischiosi sono i tradimenti fatti con amici, vicini di casa, colleghi di lavoro perché rientrano nella quotidianità e possono diventare il passo falso per una vera e propria vita parallela.