giovedì 22 marzo 2012

DONNE TRADITE DAL MARITO





Le donne tradite dal marito , dicono le statistiche sono 1 su 3.
E' importante capire come scoprire il tradimento e poi come gestirlo.
Alcune donne vivono il tradimento con rassegnazione e fanno discorsi del tipo:
"Quando ho scoperto che aveva una storia con un'altra donna mi sono arrabbiata, ovviamente. Ma ne abbiamo parlato e ho capito. Mi era molto riconoscente di tutte le attenzioni che avevo per lui, ma trovava che mi occupassi poco di me stessa. E aveva ragione. 
A forza di occuparmi di lui, non mi prendevo più cura di me. Ero diventata più madre che amante" 

Per evitare di essere tradite bisogna produrre seduzione ed innamoramento.




Tentare di costruire un rapporto duraturo, non è vero che non costa nulla: si investe tanto in un rapporto. E` un continuo donarsi, e, a volte, non si riesce a soddisfare a pieno le esigenze dell`altro/a. 
Certamente, non è mai tempo perso! 



spesso, non si ha il coraggio di affrontare determinati argomenti, si cova, dentro se stessi, rancore per determinate attenzioni mancate, o l`incomprensione di determinate frasi… 
Tutto ció alimenta, dentro di noi, un mostro pronto a divorare la persona che ha condiviso con noi i nostri momenti piú brutti, che ci ha sostenuto moralmente quando il mondo sembrava crollarci addosso, quando si era soli… La persona con la quale abbiamo passato, soprattutto, i momenti piú belli, quelli che rimarranno sempre lí, e nessuno potrá portarceli via!
Purtroppo, quando la tarma lavora, o si fa fuori in tempo, oppure é troppo tardi….
Sicuramente, mettersi su un piedistallo, pensando di aver tutte le ragioni di questo mondo, non aiuta. C`è chi, poi, tende ad alimentare, le tarme, scrivendo frasi che mirano solo a ferire l`altro/a, quindi il rapporto volge al suo naturale epilogo.
La ragione in questi casi prende il sopravvento, per autodifesa, e si cominciano a vedere delle sfaccettature negative del carattere dell`altro, facendoci dimenticare tantissime cose molto piú importanti. 



mi rivolgo a tutte voi ma in particolare a quelle che come me sanno di essere quotidianamente tradite ed umiliate dal proprio compagno ma, per paura di una realtà economica infausta e per garantire ai figli una figura materna e paterna, rinunciano alla propria dignità di persona e sopportano, sopportano e sopportano. 
Ill tradimento è una esperienza molto diffusa, mai indolore. Non ci sono stagioni più 
adatte di altre all'adulterio. Spesso il tradimento si consuma nel proprio ambiente di lavoro o addirittura tra le mura di casa come nel caso delle "infedeltà virtuali", 
consumate davanti al computer utilizzando "chat" e "web cam" e tutto ciò a prescindere dalla stagione. Ridimensioniamo quindi il mito dell'estate come stagione del tradimento, per riflettere sul fatto che il tradimento è una spia di 
problematiche di coppia ben più profonde e, soprattutto, svincolate dal calendario 



Tradirsi è un evento sconvolgente, minaccia la fiducia reciproca, è un venir meno 
del "noi", della fusione della coppia. Chi viene tradito rimprovera all'altro di muoversi da solo, trasgredendo l'unione totale. Spesso si è portati a formare una 
coppia per la paura della solitudine, per un bisogno di sicurezza e non perché si è interessati veramente l'altro. L'amore è strettamente legato al desiderio di voler 
dare qualcosa di sé all'altro. Spesso invece, nella coppia si è portati solo a chiedere 
(o a pretendere) cure e attenzioni dal partner, rendendo impossibile la "crescita" di entrambi. Quanta frustrazione in questa continua richiesta d'amore! E' questa la classica situazione di chi ama soprattutto per colmare un vuoto, legato probabilmente a qualcosa che è mancato nel periodo infantile (sicurezza, protezione, rifugio, tenerezza, comprensione). 



 Tempi duri per le sognatrici, per le donne che sin da bambine sognano la favola, che si innamorano, si sposano e pensano davvero di "vivere per sempre felici e contente".
I tradimenti più frequenti sono quelli con partner occasionali, meno "dannifici" perché solo raramente diventano una relazione, quelli più rischiosi sono i tradimenti fatti con amici, vicini di casa, colleghi di lavoro perché rientrano nella quotidianità e possono diventare il passo falso per una vera e propria vita parallela. 

Nessun commento: