lunedì 16 aprile 2012

Come far innamorare un uomo sposato



Molte di voi potrebbero chiedersi: Come far innamorare un uomo sposato? 
Qual è il giusto linguaggio per sedurre e coinvolgere?
Vi sarà sicuramente capitato di perdere la testa per un uomo sposato e tanto da sperare di farlo innamorare, e magari di fargli lasciare la moglie. 
Analizzando le caratteristiche comportamentali di uomini e donne è possibile stabilire a grandi linee, quali potrebbero essere le strategie di seduzione   più adatte da adottare nell’arte della conquista nel caso ci si presentasse una buona occasione nella quale mostrare il nostro savoir faire e dinanzi a cui non possiamo farvi trovare impreparate

La tecnica sta a capire un po' meglio l'uomo in questione e usare qualche accortezza nel muovere i primi passi.
Ecco qualche suggerimento:


Intanto la prima cosa da capire è che per impostare una relazione con un uomo sposato va tenuto conto del vincolo, cioè della condizione che vi pone l'uomo sposato: tale vincolo è la moglie.
Quello che assolutamente non va fatto, è di contrapporsi alla moglie.
Se vi contrapponete alla moglie è molto probabile che l'uomo sposato opti per la moglie e non perda tempo a lasciarvi.
Con la moglie sicuramente non vive più la passione ma ha sicuramente molte cose che lo legano, il tempo trascorso insieme, interessi in comune, magari figli, casa, abitudini, affetto.
E' evidente che se un uomo sposato cerca un'amante lo fa per una precisa esigenza: l'esigenza di trasgressione.
Quindi nella fase 1 dovete ricalcare questa esigenza: fargli vivere i brividi della trasgressione, fare scorrere l'adrenalina: la sua parte emotiva è questo che vuole.
Evitate tassativamente di ricalcare un "modello di moglie", sareste sicuramente perdenti.
Contrapporsi alla moglie sarebbe come un canotto che si scontra contro una corazzata, sarà affondato.
Anche nel dialogo è bene puntare su un approccio piacevole, ludico. Impostate una conversazione divertente e leggera. A volte, per ottenere l'atmosfera giusta, basta semplicemente evitare di raccontare subito i propri conti in sospeso con la vita, le frustrazioni o la rabbia dovuta a storie finite male. Sono tutti argomenti troppo pesanti per i primi incontri e tirarli fuori può giocare a sfavore del proprio obiettivo: attrarre l'altro.


Durante il periodo di conoscenza e frequentazione non bisogna svelare tutto di sè. E’ quello che gli uomini vorrebbero ma, per conquistarli, bisogna farsi desiderare giorno per giorno sempre di più, mantenendo qualcosa sempre in sospeso, mostrandosi sofisticate al punto giusto. E’ consigliabile evitare di essere prolisse nei racconti, ma diventare concise e vaghe, per suscitare curiosità  e interesse, poichè il mistero aumenta l’attrazione.
Farsi desiderare può significare anche non telefonare mai per prime.
E' importantissimo inoltre procedere per gradi, in modo da non generare ansie in chi può avere reticenze.


Siamo esseri senzienti, ma i Nostri sentimenti sono irrevocabilmente ed imprescindibilmente legati alle Nostre emozioni.

Tra le altre cose, l'uomo , per decine di migliaia di anni è stato un cacciatore, e ha la sensazione della vista, di ciò che vede, cioè, è molto influenzata dalla Nostra storia genetica.
Il senso dell'orientamento, il senso della profondità, il gioco con la palla, sono tutte qualità che Noi uomini, a differenza delle donne, più minute di fisico che, molto probabilmente 'aspettavano' gli uomini dal ritorno della caccia, abbiamo sviluppato talmente tanto che ora, che non servono più, ancora conserviamo.

Quindi, se una cosa non Ci serve più è inutile, ma utilissima a Voi donne, per cui:
Basta che sfruttiate questa stupida banalità, che alcuni chiamano debolezza, ed il gioco è fatto.



Gli uomini sposati  amano sentirsi importanti a letto  e essere trattati sessualmente da re, cose la moglie sicuramente non fa. Questo non vuol dire che dobbiate trasformarvi in una gheisha, ma i vecchi metodi di corteggiamento funzionano ancora. Toccarsi i capelli, ridere tirando la testa indietro e guardarlo sbattendo le ciglia sono dei piccoli gesti che rendono gli uomini molto vulnerabili.


Questa fase è la prima quella che serve per produrre attrazione da un lato e tranquillità dall'altro, cioè l'uomo sposato deve avere la sicurezza che voi non seminerete zizzanie in famiglia. 
La fase due invece invece prevede di introdurre il coinvolgimento.

L'unico modo per produrre coinvolgimento è quello di fargli vivere l'abbandono.
Nel momento in cui lui ha la certezza di avere trovato la donna in grado di fargli vivere le passioni e le trasgressioni che ha sempre desiderato , senza compromettere la routine  familiare, dovrete gradualmente allontanarvi.
Non di colpo evidentemente, ma gradualmente, come test iniziale per vedere se lui insegue.
Se insegue allora dovrete accelerare la fuga, magari introducendo un antagonista libero da impegni coniugali.
In questo modo creerete una destabilizzazione dell'uomo sposato per cui aumenterete le probabilità che le cose tra voi possano cambiare a vostro vantaggio.
L'ingegneria della seduzione insegna tuta una serie di metodologie che portano ad aver il successo sentimentale che hai sempre desiderato.




CON SOLI 17 EURO Riceverai Via mail DISPENSE E FILE AUDIO che ti permetteranno di:

Imparare ad ottenere senza chiedere, utilizzando la Comunicazione Non Verbale e l'osservazione del linguaggio del corpo;
Imparare a coinvolgere le persone piuttosto che parlare e discutere soltanto;
Cosa evitare assolutamente per non essere seduttivo o peggio ancora essere etichettato solo e per sempre un amico o un amica!
Capire solo dopo pochi minuti dai gesti e dagli altri segnali del corpo cosa pensa veramente l'altra persona di noi;
Saper riconoscere ed amplificare tutti i segnali di attrazione fisica che la persona ci comunica con il suo corpo;
Intuire, capire e gestire una risposta positiva falsa ed agire tempestivamente prima del rifiuto consapevole;Individuare e conoscere tutti gli attivatori di attrazione e sapere come azionarli con grande profitto;
Trasformare una relazione superficiale in un rapporto d'amore, una conoscenza distratta in un innamoramento;
Riconoscere con precisione le differenti esigenze tra la sfera emotiva e la sfera logico-razionale;

Nessun commento: