mercoledì 25 aprile 2012

Come passare dall'innamoramento all'amore



Come passare dall'innamoramento all'amore?
Introducendo gradualmente la componente logica.

Nella fase dell’innamoramento, in cui la forza dell’emozione e delle sensazioni è massima.

L'innamoramento è un'emozione, l'emozione per eccellenza.
Nell'innamoramento grande importanza assume il linguaggio del corpo, esso, infatti, trasmette più di quanto non trasmetta il linguaggio delle labbra. L'uso del linguaggio non verbale ha un ruolo importante nella comunicazione con l'altro sesso. Nella maggior parte dei casi si tratta di segnali che vengono emessi e captati a livello inconscio e per questo sono più efficaci. Con le parole si può mentire con il corpo no. Uno sguardo, un sorriso indefinibile, il tono della voce, un certo modo di comunicare o di muoversi sono segni inconfondibili; piccoli segnali capaci di calamitare l'attenzione, emozionale, che fanno nascere l'attrazione ed il desiderio.
Non esiste comunque una formula unica di seduzione ma va calibrata sula persona e sulla situazione.
Quando si vive l'amore vengono destrutturati tutti i valori e le esigenze logiche culturali ed etniche.

Le aspettative di ruolo, ossia quello che – secondo noi – è il modello di
maschio/femmina condizionato anche dall’interiorizzazione degli stereotipi
culturali: «Desidero un uomo affermato e affettuoso», «ho scelto una donna
comprensiva e intelligente» Ogni cultura attribuisce all’uomo e alla donna
specifiche tipologie culturali, con particolare riferimento alla vita di coppia.
Le aspettative personali ossia quello che noi ci aspettiamo dal partner e dalla vita di
coppia. Anche questo «come io mi immagino da sposato/a con te» deriva dalle
proprie caratteristiche temperamentali e sessuali e dalle abitudini apprese in famiglia



Se prima era l'IO il centro dei propri interessi, questo centro con l'unione si sposta. Si desidera la vicinanza di colui o colei che si ama, c'è un coinvolgimento a tutti i livelli, fisici e psichico e i due innamorati sentono di condividere insieme il mondo intimo.

Se vi è la possibilità di realizzare una relazione affettiva, in cui si sperimenta un certo stato di stabilità e sicurezza, dopo un certo periodo si assiste ad un’ evoluzione e a una modificazione delle emozioni che si provano.

  Con il passare del tempo e con la costruzione di un forte sentimento di attaccamento reciproco, subentra la realizzazione che l'altro non può colmare realmente tutti i vuoti e soddisfare tutte le richieste, inoltre che forse le aspettative nei confronti del nuovo legame sono state un po' troppo distanti dalla effettiva possibilità di realizzarle. Ecco che allora la coppia attraversa una fase di trasformazione, in cui il patto deve essere rinegoziato.

La ragione e la volontà devono convalidare quello che il sentimento ha proposto all'impegno che si assumono, che non è verso i valori sessuali o emozionali, ma verso il valore antologico della persona.

Nessun commento: