domenica 1 aprile 2012

Superare la timidezza con le donne





E' importante superare la timidezza con le donne per produrre seduzione ed amore.


sai quando ti senti chiuso in te stesso e non riesci ad aprirti con gli altri soprattutto con le donne che ti interessano? O quando rinunci ad esprimere le tue idee a ?
Si chiama 'timidezza'.
Sono tante le persone che si sentono timide e hannodifficoltà nel rapporto con gli altri.



COME USARE IL PENSIERO POSITIVO PER SUPERARE LA TIMIDEZZA CON LE DONNE

Il principio di fondo per  usare il pensiero positivo per ridurre lo stress è che la nostra consapevolezza cosciente.

Come studiato da Miller la mente umana è soggetta alla legge “del magico numero 7 più o meno 2”

Cosa significa questo?
Essenzialmente che nella nostra memoria a breve termine e quindi nella consapevolezza cosciente ci possono stare da 5 fino ad un amssimo di 9 pezzi di informazione.

Questo significa che nei casi migliori arrivati a 9 se immettiamo altre informazioni qualcuna delle vecchie informazioni dovrà uscire fuori.

Possiamo usare questo principio per sostituite pensieri negativi demotivanti con pernieri positivi motivanti.

Una volta che volontariamente avremo caricato la nostra coscienza con 9 pensieri positivi, per quelli negativi non ci sarà più posto.

Potremo in questo modo iniziare ad avere una nuova e postiva visione del mondo.

FONDAMENTALE PER SUPERARE LA TIMIDEZZA CON LE DONNE è GESTIRE LE EMOZIONI
Per gestire le emozioni dobbiamo innanzi tutto imparare a riconoscerle, non negarle ma prenderle in considerazione. Come in considerazione dobbiamo prendere i nostri desideri.
Onorare le esigenze delle nostre emozioni e soddisfare i nostri desideri non è un atto di indulgenza verso se stessi ma un vero e proprio atto di coraggio.
Dobbiamo però imparare a farlo senza andare contro quelli che sono i nostri valori ma al contrario farlo in armonia con essi.
Quindi gestire le emozioni non significa obbedire ciecamente ai nostri impulsi emotivi ma stabilire una comunicazione con la nostra intelligenza emotiva in modo tale che il nostro comportamento e le nostre azioni saranno tali per cui vivremo in armonia con noi stessi e con gli altri.
Come si sviluppa questo dialogo con la nostra intelligenza emotiva?
Per riuscire a stabilire una connessione con le nostre emozioni dobbiamo per prima cosa apprendere il linguaggio, il modo di comunicare dell'intelligenza emotiva.
l'intelligenza emotiva non comunica attraverso le parole ma con una comunicazione che va al di la della pura logica e razionalità un linguaggio che è fatto di simboli, di immagini, di comportamenti di emozionidi base.

Capire le emozioni



Per capire le emozioni dobbiamo imparare ad acquisire la libertà di avvicinarci alle nostre esperienze interiori con un certo distacco, quasi con una sorta di indifferenza che non significa però non dare importanza ma al contrario non essere soggiogati dalle esperienze emotive e dalle emozioni stesse.
Si tratta per certi versi di un'applicazione al mondo interiore, al mondo delle emozioni di un principio che tutti i saggi, i profeti, di qualunque corrente spirituale ci hanno tramandato che è :
“agire, mantenendo il distacco dal risultato dell'azione stessa”.
Questo principio ci da anche un'ulteriore indicazione: per capire le emozioni dobbiamo agire, le emozioni richiedono azione.
La stessa parola emozione è e-mozione, cioè energia in movimento.
Le emozioni si esprimono attraverso l'azione ed è solo attraverso l'azione che possiamo capire le emozioni e dialogare con l'intelligenza emotiva.


Nessun commento: