mercoledì 27 giugno 2012

Segnali di approccio degli uomini e delle donne






I segnali di approccio degli uomini e delle donne sono abbastanza diversi tra loro.
Importante per gli approcci efficaci è superare i blocchi emotivi ostacolanti.
Alcuni segnali di approccio sono consapevoli, studiati e voluti, mentre altri scaturiscono in modo involontario e inconscio.
Vediamo comunque un campionario di movimenti del corpo e atteggiamenti tipici di quando si vuole attirare l'attenzione per comunicare all'altra persona il nostro desiderio di avere con lei un approccio.
APPROCCIO  MASCHILE
Come quasi tutti gli altri appartenenti alla specie animale, anche l'uomo quando si avvicina a una femmina che vuole incuriosire o di cui si vuole attirare l'attenzione, dà inizio a un rituale di pavoneggiamento.
I gesti possono diversi, secondo la situazione o anche l'abbigliamento indossato : se la si indossa, riassestarsi il nodo della cravatta ; altrimenti lisciarsi
il colletto della camicia o spazzolarsi via dalle spalle polvere immaginaria ;
sistemarsi la giacca ; aggiustarsi i capelli.
O ancora, in modo piu' aggressivo, infilare i pollici nella cintura per attirare l'attenzione sulla regione genitale.
Anche gli occhi giocano un ruolo importante , ad esempio mantenendo lo sguardo piu' a lungo del solito (arrivando addirittura al punto che , in presenza di forte attrazione fisica ed emozionale, le pupille tendono a dilatarsi.).
Altri atteggiamenti ancora indicano la volontà dell'uomo di mettersi in mostra (divaricare le gambe, da seduti o in piedi appoggiati al muro, con l'obiettivo
di richiamare l'attenzione sulla zona pelvica) o di trasmettere l'apprezzamento
per l'altra persona e il desiderio di approfondire la conoscenza e il rapporto (mettersi spesso con le mani sui fianchi).
In generale comunque, quando dai preliminari si passa alla fase vera e propria del rituale del corteggiamento, il piu' delle volte l'uomo dimostra la sua goffaggine nel tentativo di "catturare la sua preda", al contrario della donna, assai piu' abile in questa "schermaglia" di quanto l'uomo possa mai sperare di essere.
APPROCCIO  FEMMINILE
Come e forse ancor più che gli uomini che sono spesso più palesi nelle loro dimostrazioni di interesse, le donne hanno una simbologia che stimola il corteggiamento maschile molto accurata.
Di seguito evidenziamo alcuni atteggiamenti che evidenziano il corteggiamento femminile: lo scatto della testa,i polsi in evidenza, la posizione delle gambe, la roteazione delle anche, lo sguardo "incrociato", la posizione delle labbra, i
movimenti con le mani.
E' bene ed importante ricordare che quanto di seguito esposto non deve essere preso come "oro colato" e che spesso certi atteggiamenti, anche se sintomi di un interesse nei confronti di un uomo, non significano necessariamente che "è sicuramente il caso di provarci perché ha fatto quel dato movimento e quindi ci sta".
Lo scatto della testa E' il tipico gesto compiuto per buttarsi indietro i capelli, spesso praticato
anche da chi ha i capelli corti.
Le gambe
 Le gambe aperte sono un fin troppo evidente invito ed interesse nei
confronti dell'uomo,ma anche accavallare le gambe come in figura simboleggia il
desiderio della donna di sedurre.
Una gamba appoggia sull'altra aumentando il volume del polpaccio ed irrigidendolo, una mano evidenzia la rotondità delle curve appoggiata al fianco.
Il busto è eretto e mette in evidenzia le rotondità superiori.
Anche incrociare le gambe e far scivolare il piede dentro e fuori dalla scarpa indica una chiara intenzione seduttrice mimando l'atto sessuale.


Roteazione delle anche
Nella camminata la roteazione delle anche evidenzia l'attenzione sulla zona pelvica.
Sguardo incrociato Viene fatto con il chiaro intento di incuriosire: la donna incrocia di sbieco lo
sguardo dell'uomo e poi lo fugge, per suscitare interesse.
Posizione delle labbra
Con tutte le doverose precauzioni, si può assimilare il movimento e lo stato
delle labbra a quello dell'organo genitale della donna: labbra leggermente aperte, inumidite con saliva o rossetti, indicano o danno l'impressione che ci
sia disponibilità nei confronti dell'uomo
.In particolare l'uso del rossetto tende a rappresentare il colore dell'organo genitale femminile che è eccitato
(colore dovuto alla maggiore affluenza di sangue in quel momento).
I movimenti con le mani
L'accarezzare qualche oggetto, specialmente se si tratta di qualcosa di lungo e
sottile (una sigaretta, un dito) può essere interpretato come l'espressione di
un pensiero recondito che forse vorrebbe accarezzare altro.
Come si sta seduti
La posizione che assumiamo quando stiamo seduti, non ha valenza solo dal punto
di vista salutistico (in particolare per le implicazioni sulla colonna vertebrale), ma anche dal punto di vista comunicativo.
Alcuni modi di sedersi in particolare, esprimono specifiche sensazioni (che come sempre, vanno integrate ad altre fornite da varie parti del corpo e non considerate a se stanti) che possono essere interpretate e studiate.In particolare si può notare se e quando una persona è attenta alla discussione in
atto, se invece ne è distaccata o assolutamente infastidita.
Ecco alcune di queste posizioni: posizione accasciata, in avanti,appoggiata alla spalliera, a schiena diritta, a gambe larghe, a cavalcioni,dondolandosi,
accavallando le gambe, incrociando le caviglie. Imitare le posizioni di chi ci sta di fronte o di fianco ha a sua volta un preciso significato, indica anche le
relazioni che intercorrono tra due individui,come pure il modo di sedere e di rivolgersi  contemporaneamente a più persone.
Vi sono inoltre modi di sedersi tipicamente femminili: con le punte in fuori,in  dentro, a piedi uniti, a caviglie incrociate, con gambe avvitate, con gamba
ripiegata

Nessun commento: