mercoledì 5 settembre 2012

Triangolo amoroso



Il triangolo amoroso si manifesta frequentemente perchè anche all'interno della famiglia di origine gli affetti si sono sviluppato in una triade o triangolo, figlio/a , mamma , papà.
Il bambino/a ha avuto rapporti in triade con i genitori, nel senso che si è rapportato con entrambi o come osservatore giudicante 
della relazione tra il papà e la mamma o in relazione diretta ,da figura istituzionale  con il genitore ritenuto trasgressivo (non conforme al ruolo) e
giudicato in questa relazione dall’altro genitore.
La persona può percepire se stesso o nel ruolo di figura istituzionale  o nel ruolo di chi osserva e giudica .
Le triadi che complessivamente possono formarsi sono otto:
1) figlio (uomo)  in rapporto con mamma (donna) trasgressiva , giudicato
dal papà regista (uomo).
2) Figlio (uomo)  in rapporto con papà (uomo) trasgressivo , giudicato
dalla mamma (donna) regista.
3) Figlio (uomo)  che giudica la relazione tra la mamma istituzionale ed il papà trasgressivo 
4) Figlio (uomo) che giudica la relazione tra la mamma trasgressiva ed il papà istituzionale 
5) figlia (donna)  in rapporto con mamma (donna) trasgressiva , giudicata dal papà regista (uomo).
6) Figlia (donna)  in rapporto con papà (uomo) trasgressivo , giudicata dalla mamma .
7) Figlia (donna) regista che giudica la relazione tra la mamma istituzionale ed il papà trasgressivo 
8) Figlia (donna) regista che giudica la relazione tra la mamma 
trasgressiva ed il papà istituzionale .
A questo punto è necessario, da operatori, entrare in triade per ricreare la relazione che il soggetto ha vissuto nell’infanzia, in modo tale che questo ci identifichi inconsciamente come una delle figure significative della sua infanzia e si agganci a
noi.

Nessun commento: