domenica 4 novembre 2012

Il gioco della seduzione per coinvolgere chi ci interessa




L’obiettivo del seduttore e della seduttrice deve essere quello di fare un buon gioco di seduzione , un gioco solido.
Se imparo a fare un gioco solido, come dicono nella comunità dei seduttori ,  nelle varie fasi  ottimizzerò le probabilità di vincere la partita, cioè di coinvolgere  il bersaglio.
Qui la metafora calcistica è illuminante.
Una squadra di calcio ha tre reparti difesa, centrocampo , attacco.
Per vincere tutti e tre i reparti devono giocare bene, se uno dei tre gioca male è
probabile che non vinca, o perché prendo gol (difesa non funzionante), o perché non
costruisco gioco (centrocampo non funzionante) o perché non segno (attacco non funzionante).
Uno dei reparti strategici è proprio il centrocampo che aiuta la difesa e fornisce
palloni all’attacco, allo stesso modo la fase di comfort è fondamentale affinché il gioco della seduzione sia solido, la donna si conquista nella fase di comfort.
Ci sono due tipi di allenamento che dobbiamo fare per migliorare il nostro gioco.
Un allenamento è quello che viene detto INNER GAME (allenamento interiore) e
consiste nell’accrescere la propria forza interiore, la propria consapevolezza, riuscire
ad essere realmente alpha male.
L’inner game è fondamentale perché mi da la consapevolezza e la congruenza necessaria per creare le strutture (i FRAME), cioè le illusioni.
Se acquisisco la forza necessaria per creare frame coerenti posso ottenere praticamente tutto.
Tutto questo si ottiene con LA FORZA del DISTACCO dal RISULTATO
REGOLA FONDAMENTALE:
“COLUI CHE SI E’ LIBERATO DALL’ATTACCAMENTO EMOTIVO AD UN ESITO AUSPICATO è PARADOSSALMENTE QUELLO CHE HA PIU’
PROBABILITA’ DI OTTENERE QUEL RISULTATO.”
Dopo qualche mese di pratica e di esperienze sul campo non ci sarà più angoscia da
approccio, paura del rifiuto o del risultato.
SEMPLICEMENTE SI GODRA’ DEL GIOCO.
L’altro tipo di allenamento è quello che viene detto OUTER GAME (allenamento
esteriore) ed è l’allenamento e lo studio delle tecniche e degli strumenti i fondamentali della seduzione.

MACROFASI DEL GIOCO della SEDUZIONE 
1) ATTRAZIONE
La prima cosa da conoscere è che:
L’ATTRAZIONE NON E’ UNA SCELTA.
Questo significa che non avviene attraverso un processo logico razionale ma
attraverso un processo istintivo.
Esiste un numero quantificabile di attivatori di attrazione istintivi che se azionati
inducono l’istinto di una donna provare attrazione nei confronti di chi ha azionato
l’interruttore.
In linea di principio possiamo affermare che i circuiti di attrazione sessuale
nell’uomo sono prevalentemente orientati al valore di riproduzione che una donna
può garantire, quelli di una donna sono prevalentemente orientati al valore di
sopravvivenza che un uomo può garantire.
Ovviamente per entrambi i sessi ci sono attivatori appartenenti ad entrambi gli istinti.
Un esempio di attivatore di attrazione per una donna è quello della
“PRESELEZIONE” .:
se una donna riscontra che un uomo è sessualmente attraente per un’altra donna

2) COMFORT
Il comfort è la fase che deve avvenire tassativamente dopo la fase di attrazione.
Nella fase di comfort si stabilisce un clima di reciproca fiducia, di confidenza, di
complicità, di connessione.
In un clima del genere la persona  si apre, non ha paura di raccontarsi, a farci partecipi
delle sue esperienze, svelandoci ovviamente quelli che sono i suoi punti distonici, che
andremo opportunamente ad amplificare con distonia, contrapposizione, antitesi.
Il primo obiettivo della fase di comfort è quello di creare un frame di intimità.
È molto importante per l’esito finale che si stabilisca un buon comfort.


NELLA SEDUZIONE CHI SI DIMOSTRA AFFAMATO DIFFICILMENTE VERRA’ SFAMATO.

Nessun commento: