domenica 23 dicembre 2012

Gli accessi oculari nella programmazione neurolinguistica



Gli accessi oculari nella programmazione neurolinguistica sono molto utili, possono aiutare a strutturare magia mentale e desiderio.

Questa è la parte più particolare della PNL e la più usata. Le persone muovono gli occhi secondo il
sistema rappresentazionale con il quale stanno pensando in quel momento Bandler e Grinder usano gli occhi per stimolare parti diverse del cervello. Questo non accade saltuariamente, ma
segue un sentiero prevedibile e ben definito.
Vr: Visivo ricordato: quando guardiamo in alto a sinistra, accediamo ad un'immagine visiva ricordata.
Vc: Visivo costruito: in alto a destra accediamo all'immagine visiva costruita. E' un'immagine di
qualcosa che deve ancora accadere o che stiamo solo immaginando.
Ar: Auditivo ricordato: lateralmente a sinistra, accediamo al pensiero uditivo ricordato.
Ac: Auditivo costruito: lateralmente a destra, accediamo al pensiero uditivo costruito.
Ai: Dialogo interno: guardiamo in basso a sinistra.
K: Cinestesico: in basso a destra, l'accesso alle sensazioni.
Altre considerazioni sui movimenti oculari: 1) I mancini (circa il 16%) hanno gli accessi invertiti 2)
Ovviamente, stando di fronte alla persona, tutto appare speculare.
Potrete relazionare meglio con i vostri interlocutori.

Capire gli accessi oculari ti mette automaticamente sulla stessa lunghezza d'onda. In altri termini,
quando le persone mostrano specifici accessi oculari parlando con voi, potrete rispondere non solo con
le informazioni appropriate, ma strutturandole e codificandole secondo il loro specifico linguaggio
rappresentazionale.
Ricorda : la gente ama la gente che le somiglia
Ciò non vuol dire rinunciare a essere se stessi, ma solo essere flessibili abbastanza per generare
sufficiente potere al fine di raggiungere ciò che ci si era prefisso. Ci sono domande che si possono porre
per individuare lo specifico sistema rappresentazionale della persona, ma potete anche crearne altre.


Visivo ricordato
1) Ti ricordi il tuo primo ufficio? 2) Com'era l'ultimo hotel che hai visitato? 3) Ti ricordi esattamente
quante persone c'erano all'ultima riunione martedì? 4) Di che colore è il tuo vestito preferito?
5) Chi era l'ultimo cliente che hai visto?
Visivo costruito
1) Come staresti se facessi 12 affari oggi? 2) Come ti immagini un affare da un milione di dollari? 3) Ti
riesci a immaginare rilassato con il capo? 4) Puoi immaginarti a un convegno in tenuta da tennis? 5)
Come sarà il tuo prossimo cliente?
Uditivo ricordato

1) Cos'ha detto il capo la settimana scorsa? 2) Cosa ti ha detto la segretaria? 3) Chi ti ha parlato di quel
nuovo altare? 4) Ti sembra strana la segretaria del tuo amico?
Uditivo costruito
1) Cosa diranno delle tue nuove idee? 2) Cosa diranno quando sapranno che hai preso l'ordine? 3) Di
cosa sta parlando il capo? 4) Mi hanno detto che volevi parlarmi
Dialogo interno

1) Hai sentito tutte e due le campane della storia? 2) Cosa ti ha detto per farti cambiare idea? 3) Ti
ricordi esattamente cosa disse? 4) Ti ricordi cos'ha detto il capo ieri?

Cinestesico
1) Come ci si sente a essere promossi? 2) Devi essere stato fiero di te a fare quel contratto? 3) Eri
nervoso davanti a quel cliente? 4) Ti ha soddisfatto l'ultima vendita?
Dalla nascita, siamo allenati a osservare e rispondere quasi solo alla parte verbale della comunicazione.
Gli accessi visivi sono un'altra via per decodificare il comportamento. Creare rapport e influenzare
con il modellamento il linguaggio
Parlare usando lo stesso sistema rappresentazionale facilita molto i rapporti interpersonali o le vendite.
Non devi più sforzarti di ottenere la sua fiducia.

E' perfino uno stile più etico di agire, in quanto fornisce una linea di comunicazione estremamente
pulita. Anche la PNL deve vedersela con i cambiamenti. Tutta la nostra vita è strutturata dai
cambiamenti. La PNL è un modello di cambiamento molto potente e molto particolare.
Quando parlate con qualcuno, ciò che direte sarà tagliato su misura per lui.
Quando si padroneggia il processo di rispecchiamento (mirroring) e ricalco (pacing) il prossimo passo,
per approfondire ancora di più la fiducia e il rapport, è di accordarsi con i sistemi rappresentazionali
dell’interlocutore.

Nessun commento: