domenica 20 gennaio 2013

Come capire chi bluffa e dissimula


Vi piacerebbe sapere se il vostro avversario a poker ha veramente un full o solo una coppia di due?, oppure se il vostro collaboratore più prezioso fa sul serio quando dice di voler dare le dimissioni se non gli concederete un aumento di stipendio.
Vi piacerebbe un  e sistema per riconoscere, in ogni occasione e in ogni momento, se l'interlocutore sta bluffando?
Esiste una tecnica infallibile, come esiste una tattica infallibile per scoprire le menzogne.
Esiste la possibilità per  qualunque tipo di situazione si tratti.
Tutti i casi hanno un elemento in comune.

Per comprendere come il meccanismo funzioni definiamo innanzitutto che cosa sia  un bluff. 
Esso si ha quando un individuo è in realtà contrario a qualcosa, ma finge di esserne a favore o viceversa.
Ne consegue che, quando un individuo bluffa, solitamente si sforza di mostrare disinteresse mentre è vero il contrario, oppure finge interessamento che non approva.

In ogni caso cerca di creare una falsa impressione volta a mascherare i suoi veri sentimenti e le sue vere intenzioni-
La chiave di tutto è qui:
chi bluffa solitamente ha reazioni esagerate nell'una o nell'altra direzione e se ci fate caso la cosa balza agli occhi e sarà possibile smascherare un bluff osservando come interlocutore si sforza di apparire.
Un giocatore che, ad esempio, scommette in modo pesante e aumenta la posta, ha davvero carte buone o  solo fegato?
Bluffando in questo caso, riguardo a una mano di poker, vuole dimostrare che non ha paura e per questo mette giù i soldi alla svelta.
Ma se davvero avesse una mano buona come si comporterebbe?
E' proprio come pensate:
 ci penserebbe un po' su e metterebbe i soldi lentamente per far vedere che non è del tutto sicuro delle carte che ha.
Quando una persona bluffa che sia poker oppure nella vita di tutti giorni, da una falsa immagine di quanto si senta sicuro, questo significa che in realtà cerca di dare una immagine contraria a come si senta in realtà.
Ancora se bluffa vuole dare un'impressione di sicurezza e mette la posta velocemente.
Se invece ha una buona mano esiterà per un istante fingendo di voler pensare al da farsi.

Questo vale per ogni tipo di situazione.
Se la reazione è troppo repentina e decisa allora sta cercando di far vedere che non ha incertezza mentre il più delle volte le cose non stanno in questo modo.
Facciamo un altro esempio :
uno dei soci di uno studio legale afferma di essere pronto ad andarsene se non gli viene concesso di occuparsi di una certa causa:
 è una minaccia vuota ?
Come si comporterebber  se fosse reale ?Probabilmente non si darebbe tanto da fare per dimostrare che è sicuro sul da farsi, tuttavia, se sta bluffando mi sarà possibile cogliere un atteggiamento di eccessiva disinvoltura.
La cosa avviene ovviamente perché dobbiamo presumere che se lavora ancora allo studio, allora è li che gli piace lavorare, e che sarà costretto ad andarsene solo se non otterrà ciò che vuole .

Se dunque si mostra eccessivamente disinvolto riguardo al volersene andare allora sta bluffando sappiamo infatti che in realtà desidera restare dov'è ma cerca di dare l'impressione opposta.

Se al contrario è sincero riguardo alle dimissioni nel caso in cui la sua richiesta non venga accolta allora darà impressione di essere quasi riluttante e non del tutto certo della sua posizione,  poiché gli dispiacerà che si sia dovuti arrivare a tanto.

Nessun commento: