martedì 19 febbraio 2013

La seduzione nella letteratura: Don Giovanni



La seduzione nella letteratura si esprime per quanto riguarda il modello maschile con il  Don Giovanni .Comparso per la prima volta nel 1630 nella commedia di Tirso de Molina L'ingannatore di Siviglia e il convitato di pietra (titolo originale El Burlador de Sevilla y convidado de piedra), è stato reso poi celebre dall'opera lirica Il dissoluto punito ossia il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart (1787).

Don Giovanni è un libertino che passa il tempo a sedurre donne (specialmente vergini) e a doversi poi scontrare con i rispettivi uomini. Coraggioso, audace e incosciente, non rispetta nessuna legge umana o divina.
A seconda delle diverse versioni, Don Giovanni può o meno, alla fine della storia, pentirsi della sua vita dissoluta.

È un’esigenza che tiene unite le forze in natura, un bisogno che spesso “conduce a sé” il
complementare, il pezzo mancante del puzzle. A volte è possesso, altre volte è sacrificio di se stesso per un altro. Affascinante,
immancabile, oppure pericolosa: fa rinascere ogni secondo il Don Giovanni, fa morire ogni istante
l’amante di Fosca. Travolgente,trascinante, coinvolge ogni aspetto del mondo, tutto è alla ricerca di un frammento da attrarre per
possederlo un solo istante o per sempre. 
Ognuno, ogni cosa sembra essere il più attivo
seduttore, e il più inerme sedotto.

“Ma qual è allora la forza con cui don Giovanni
seduce? È quella del desiderio, l’energia del desiderio sensuale. 
In ogni donna egli desidera la femminilità
tutt’intera, e sta lì la potenza sensualmente
idealizzante con la quale in un sol colpo abbellisce ed espugna la sua preda. Il riflesso di questa gigantesca passione abbellisce e perfeziona il desiderato, che rispecchiandosi in essa, arrossisce d’accresciuta bellezza.”Il suo amore non è psichico ma sensuale, e l’amore sensuale
secondo il suo concetto non è fedele, ma assolutamente privo di fede, non ama una ma
tutte,vale a dire seduce tutte.
Per L’estetica del Don Giovanni “Vederla e amarla è una cosa sola” questo è nel momento, e
nello stesso momento tutto è finito, e la stessa cosa si ripeterà all’infinito“Egli Seduce con
l'immediatezza del proprio desiderare,
sicché vedere, desiderare e amare
per lui non sono tre momenti distinti in
successione logica e temporale, bensì le
tre facce d'uno stesso atto - la
seduzione - compiuta immediatamente.”

Nessun commento: