lunedì 4 febbraio 2013

Raggiungere felicità e benessere con il life coaching




Il lavoro con le credenze è un vero e proprio life-coaching che aiuta il cliente a re-interpretare la realtà e a scegliere nuove prospettive che siano rampe di lancio verso i propri obiettivi. Attraverso questo lavoro, capendo anche il linguaggio del corpo e dei gesti della persona, inoltre, si sprigionano potenti risorse che la persona può integrare da subito nella sua vita quotidiana.
Imparando ad apprezzare ed amare ogni aspetto di se stessa, anche e soprattutto le proprie debolezze, la persona sperimenta un forte senso di libertà nel quale può finalmente esprimersi pienamente.
L’uomo più vulnerabile è quello che rifiuta la propria vulnerabilità, perché l’invulnerabilità si può raggiungere solo conoscendo, passando attraverso, la propria vulnerabilità, accettandola e trasformandola.
Lavorando con questo tipo di coaching, inoltre la persona ha modo di fare chiarezza sulla propria vita e sui propri obiettivi, agendo sull'auto-consapevolezza personale e sul proprio senso di auto-efficacia.
E’ un processo attraverso il quale il cliente ha modo di vedere le proprie potenzialità, di riconoscere i propri talenti e di individuare e adottare schemi di pensiero e di comportamento più funzionali a ciò che desidera ottenere.
Il coaching con le credenze aiuta il cliente a riconoscere e a valorizzare le proprie risorse, portandole nel vissuto quotidiano. Non si focalizza sul passato, ma sul presente e sul futuro.
Il lavoro sulle convinzioni è un catalizzatore del cambiamento e della crescita, quindi non fornisce soluzioni, ma apre alla persona nuovi orizzonti, la aiuta a scoprire i propri talenti e a sviluppare il suo progetto di vita. Attraverso il lavoro con le credenze il cliente ha modo di conoscersi meglio, di divenire più consapevole di tutte le possibilità di scelta che ha, comprese quelle che fino a quel momento non ha mai visto o preso in considerazione.

Questo tipo di life-coaching è uno strumento che può essere utilizzato da chiunque voglia attuare dei cambiamenti in un'area specifica della propria vita, o nella sua qualità di vita in generale, poiché aiuta a realizzare le proprie mete e a diventare ciò che la persona desidera essere, attraverso lo sviluppo delle sue risorse e del suo potenziale.
Può essere di grande efficacia per chiarire a se stessi cosa si vuole dalla vita ed individuare nuovi obiettivi, affrontare con successo cambiamenti o scelte importanti, migliorare le proprie relazioni interpersonali nel campo affettivo o in quello lavorativo, imparare a gestire le proprie emozioni, accrescere l'auto-efficacia nel raggiungimento dei propri obiettivi e, soprattutto, accrescere la propria auto-consapevolezza e la conoscenza di sé.
Il coach condivide con il cliente i suoi obiettivi, lo aiuta a chiarirli e a rimanere focalizzato su di essi, lo aiuta a individuare gli eventuali auto-sabotaggi e a trovare soluzioni per superarli, lo stimola e lo responsabilizza per aiutarlo a passare dal pensiero all'azione, offrendogli un confronto rispettoso e libero da pregiudizi.
Ma il coaching con le credenze è anche apprendimento. Si diviene infatti consapevoli delle proprie risorse, delle proprie risorse, delle proprie potenzialità, della propria unicità, si impara quanto importante sia il proprio pensiero e la propria interpretazione della realtà, si comprende come ogni problema possa realmente essere visto come una preziosa opportunità, si impara a sviluppare una nuova visione della vita, a riscoprire la propria vera natura e ad apprezzare e amare se stessi. Si impara come raggiungere un equilibrio stabile e una serenità duratura.
Quando il coaching finisce, questa consapevolezza rimane per sempre.

Nessun commento: