lunedì 11 marzo 2013

L'altruista . Tipo DUE dell'Enneagramma




L'altruista è il Tipo DUE dell'Enneagramma

Ecco alcune caratteristiche:
MODALITA’ COMUNICATIVA: EMOZIONALE RICONFORTANTE
COINVOLTO DA ISTRUZIONI E NECESSITA’ BEN DETERMINATE
MOTTO: “RENDITI UTILE”
Vi e` mai capitato di voler aiutare qualcuno senza volere altro in cambio che il suo sorriso e la sua riconoscenza?
In tal caso avete adottato la strategia comunicazionale 2: altruista.
Per questa tipologia sono molto importanti le relazioni con gli altri. È importante l’opinione altrui e quindi ha un forte riferimento esterno(estroverso). Nella vita tende una rete di relazioni che dipendono da lui. Capisce che per controllare gli altri deve compiacere, in maniera tale da renderli in qualche modo dipendenti. Ragiona in questi termini: “Relazione o non relazione?”. Una domanda che gli si può porre per individuarlo è: “Ti piace essere indispensabile agli altri?”. Pur di piacere, tende a modificare la sua personalità per poter entrare in sintonia con i suoi interlocutori. Per i sistemi rappresentazionali che utilizza maggiormente, sente qualcosa e agisce. Vive in uno stato associato ed è opzionale nelle sue scelte ed azioni.
La sua storia personale è caratterizzata dal fatto che ha capito che il mondo è fatto di relazioni ed è importante controllare attraverso il compiacere. Sin da piccoli sono stati amati per la loro gradevolezza e hanno imparato a riconoscere le qualità che piacevano agli adulti che lo circondavano e a soddisfare le loro aspettative. Quindi il loro punto debole è il pensiero e la logica in quanto non vuole usarla. È più importante la relazione che ragionare sulle cose. Infatti pensa che se usa la logica, sbaglia. I Due quando si relazionano agli altri è come se pensassero: “Sarò amato?”. Anche quando non ricevono l’approvazione ricercata entrano in un meccanismo coatto che li porta ad adulare la persona che identificano come fonte del bisogno d’amore. Arrivano ad alterare se stessi per risultare desiderabili e vivono la sensazione di ingannare l’altro in quanto fanno vedere solo quello che la persona vuole. I Due si sentono composti da più Io che adottano a seconda delle persone con cui si relazionano e adottano con il compagno quella che si più gli si adatta. Sono frammentati in tanti Io quanti sono gli amici senza che mai nessuno possa arrivare a conoscerli in maniera totale. Infatti nelle prime fasi del rapporto di coppia soddisfano in pieno le aspettative del compagno. In seguito scatta la rabbia per il fatto di sentirsi minacciati nella libertà, dalla sensazione di essere manipolati dal compagno e per aver dimenticato alcuni aspetti del proprio sé. Per soddisfare i propri bisogni agiscono in maniera indiretta, compiacendo le persone che sono in grado di materializzarli. Inoltre è fondamentale capire che quello che il Due offre è quello che in realtà desidera ricevere dalla persona. Se i risultati tardano ad arrivare scatta un meccanismo di recriminazioni. È come se il bilancio del Dare e Avere fosse in spareggio e si attivano affinché gli altri riconoscano il proprio debito. Se i loro sforzi non sono apprezzati, si sentono sgonfiati in quanto il consenso degli altri è di fondamentale importanza per sentirsi amati. Hanno una forte connotazione seduttiva che spesso si rivela in maniera inconsapevole. Infatti seducono senza rendersene conto. Sentirsi desiderarti, soprattutto sessualmente, li fa sentire sicuri. Questo non vuol dire che vanno alla ricerca di rapporti occasionali, anzi quello che a loro più importa è ricevere attenzioni sessuali. Infatti un contatto troppo intimo fa scattare in loro la paura di far venir fuori il “Sé” venduto. Quindi, possono avere anche una paura per i rapporti troppo intimi ma, continueranno a prensentarsi sempre in chiave seduttiva per ricercare conferme fuori. I Due possono entrare in crisi quando entrano in profondità in un rapporto di coppia in quanto cominciano a sentirsi minacciati nella propria indipendenza, sentono il desiderio far uscire fuori il vero Io. In altri casi possono credere di essere indipendenti quando pensano di poter manipolare il compagno a piacimento per tutta la vita attraverso il compiacimento. Spesso i Due si imbarcano in triangoli amorosi in quanto questo gli permette di sperimentare più aspetti dell’Io. Inoltre li attira il fatto che possono essere i prediletti nascosti di qualcun altro. Se il compagno segreto è sposato non chiedono di rompere il matrimonio, in quanto è proprio la non disponibilità completa che li attira e li fa sentire speciali. Nel rapporto di coppia la parola magica è “Sfida” in quanto è qui che può dimostrare il meglio delle sue capacità seduttive. Più la sfida è difficile, più il Due annulla se stesso per conquistare l’altro. Infatti questa rappresenta la fase più eccitante del rapporto. Solo quando la sfida finisce, l’Altruista comincia a rendersi conto che cosa significa avere un rapporto con la persona conquista da cui possono scaturire una serie di frustrazioni per la libertà negata. Infatti si sentono liberi quando vogliono staccarsi dal compagno e non aderiscono più alle sue richieste.

Nessun commento: