lunedì 29 aprile 2013

Esperienze di consapevolezza



Le Esperienze di consapevolezza richiedono nuovi programmi operativi.
Facendo un  paragone con in computer, ci portiamo nelle condizioni di poter creare in noi nuovi programmi operativi, situati nella parte inconscia, ma che operano sulla intera essenza nostra, compresa la parte cosciente, e si riflettono in ogni
aspetto della vita.
Il risultato è una nuova consapevolezza di tante cose, compreso in una certa misura la
risposta alla domanda fondamentale, che tutti noi, in modo più o meno consapevole, ci siamo posti:
“Quale sarà mai il significato di tutto questo, che nasciamo viviamo e moriamo; ha un
senso l’esistenza dell’Universo?”
Il meccanismo della nascita di nuove consapevolezze, ovvero dei nuovi programmi operativi, agisce attraverso diverse vie:
1) - Le esperienze, ovvero episodi vissuti da noi personalmente, che non possiamo
ignorare o rimuovere, e cambiano il nostro modo di pensare.
2) - La ragione, mediante informazioni certe, speculazioni logiche, razionali,
talmente indiscutibili da esserne convinti.
3) - le intuizioni, ovvero consapevolezze che nascono come prodotto esclusivo
dell’ inconscio, e che sentiamo essere vere, talvolta persino a dispetto della logica.
Punto 1 : le esperienze.
Le cose sperimentate dagli altri, non ci toccano, se non in minima misura.
Sono le esperienze vissute che possono creare nuove credenze.

Punto 2: La ragione

Coloro che si proclamano liberi pensatori, che confidano ciecamente nella razionalità
della scienza, rifiutano di credere possibile tutta la categoria di fenomeni che la scienza non è in grado di spiegare.

Esistono però persone che, mantenendo i piedi ben fermi a terra, non sono affatto
disposti a credere a tutto quello che gli si vuol far credere; tuttavia restano disponibili
a verificare, se possibile di persona, la realtà di certi fenomeni.

Il significato della vita e la sua origine non possono essere spiegati con la ragione.La visione che gli scienziati ci forniscono riguardo
l’ Universo manca ancora di qualche tassello.
Proviamo a fare una disanima critica della visione generale che ci viene fornita:

circa 14 miliardi di anni fa il nostro Universo non esisteva: poi nacque un ammasso
informe di materia, atomi costituiti da nucleo ed elettroni (faccio una enorme
semplificazione, diversamente ci perderemmo tra neutroni e protoni, particelle con spin
positivo o negativo, e un’infinità di formule matematiche).
E prima del Big Bang, mistero assoluto.
Queste particelle sono sparpagliate in uno spazio vuoto, ed in ciascun atomo continua
all’infinito il moto perpetuo degli elettroni attorno al loro nucleo.
Già questo contraddice la ferrea regola che nega il moto perpetuo: e qualche scienziato
se la cava dicendo che tra qualche miliardo di anni gli elettroni avranno esaurito la loro
carica e si fermeranno.
Proseguendo la visione generale, ci dicono che in qualche misterioso modo, a furia di
aggregarsi nei modi più disparati, si formarono atomi differenti, quelli che conosciamo
nella tavola degli elementi.
Poi i vari atomi si aggregarono in molecole, ed il punto che non sono ancora riusciti a
chiarire è come fecero a diventare materia vivente, vegetale e animale.

Punto 3: l’Intuizione
Ogni passo avanti della conoscenza è sempre preceduto da una qualche forma di
intuizione: una sensazione dapprima indistinta, che poi viene successivamente elaborata
per farla quadrare in ogni dettaglio: allora potrà diventare una formula matematica, una
legge sempre valida.
Narra la storia che un giorno il grande matematico e inventore, Archimede (287 – 212
A.C.), fosse alle terme pubbliche a godersi un bagno igienico e salutare. Mentre se ne
stava beatamente a mollo, gli balenò nella mente un’idea improvvise: una formula che
sarebbe diventata una delle leggi fondamentali dell’idraulica, il principio dei pesi specifici.
La folgorazione fu tanto improvvisa che egli ebbe il timore che, come d’incanto gli si
era presentata, altrettanto rapidamente sarebbe potuta svanire.
L’eccitazione fu tale che nella fretta di correre a casa a fissare su carta la sua intuizione,
si dimenticò persino di rivestirsi, e corse tutto nudo e grondante acqua per le vie di
Siracusa, tra i lazzi e le risate dei passanti.
Famosa è la scoperta della formula del Benzene ad opera del chimico tedesco Friedrich
Kekulé (1829 – 1896) che ebbe l’intuizione della struttura ciclica esagonale della
molecola del Benzene (che sarà capostipite della materia plastica,) quando si addormentò
davanti al caminetto e sognò che le fiamme si modellavano in un cerchio a forma
di serpente che si morde la coda. Di qui l’idea della molecola a struttura chiusa ad
anello.
Una infinità di indizi ci induce a supporre che lo spazio, che gli scienziati ritenevano
vuoto, in realtà sia quanto più pieno possiamo immaginare: e le intuizioni degli
scienziati vi stanno arrivando a poco a poco; un primo passo importante potrebbe
essere la definizione coniata di recente, dalla fisica quantistica il “vuoto quantomeccanico” ed anche l'amore quantistico.
L’energia presente in ogni punto dello spazio può manifestarsi in infiniti modi:
permeare tutta la materia e manifestarsi come forza di gravità, tenere in movimento gli
elettroni, trattenere assemblati i componenti dell’atomo (se la si libera si trasforma
nell’immenso calore della bomba atomica); se stimolata da un campo magnetico rotante
diventa elettricità; oppure è luce, calore.
Nella materia vivente, sia vegetale che animale, è l’energia che li tiene in vita:
potremmo chiamarla energia vitale.
Il passaggio che il mondo scientifico non è ancora pronto a fare è di considerare come
un’energia onnipresente, che permea tutto l’universo, e costituisce una entità unica,
anche quella che avvertiamo come sentimenti, sensazioni, armonia, , bellezza, che
vediamo esprimersi nelle infinite varietà di esseri viventi, in ogni minimo elemento della natura.
E si tratta di una unica energia che compenetra tutto l’universo senza soluzioni di continuità.



venerdì 26 aprile 2013

Gestualità e tipologie di personalità




Gestualità e tipologie di personalità sono colegate.
Governarle aiuta in molti settori della vita e da le linee guida su come deve sedurre una donna ed un uomo.
Se guardiamo la gestualita`, si distinguono abitualmente tre modalita` comunicazionali primarie; queste possono essere inoltre divise in piu` sottocategorie:
INDICATORIA
INDICATORE (DITO PUNTATO)
LINGUAGGIO E COMPORTAMENTO
Tende a dare istruzioni molto precise su come agire, modulando la voce con un tono che mette sotto accusa il suo interlocutore. Spesso tocca il suo interlocutore con la punta delle dita. Nelle relazioni tende a dare risposte di tipo polare mediante l’uso dei “No”. Utilizzo dei quantificatori universali: Tutto, ogni, qualunque, ogni volta violazioni di tipo causa – effetto.L’accusatore usa sempre parole di dissenso (non fare mai questo! Non ne fai male una di giusta! Ecc) Il corpo è sempre in atteggiamento di rimprovero o di accusa. Internamente avverte una tensione nei muscoli e negli organi. La voce è dura e ferma, spesso acuta e alta
GESTUALITA`
La persona in modalita` Indicatoria da indicazioni precise sul come agire e utilizza classicamente gesti della mano indicanti: indice puntato, mano tagliente etc.
LOGICA  (DITA A CERCHIO)
LINGUAGGIO E COMPORTAMENTO
Questo tipo di persona tende a comportarsi in maniera un po’ piu’ fredda rispetto all’ accusatore e al propiziatore. Analizza le situazioni sotto il profilo logico mediante l’uso di “perchè”. Cancellazione degli argomenti nominali dello sperimentatore; uso di nomi senza indice referenziale; uso di nominalizzazioni.Il calcolatore è un tipo estremamente corretto, ragionevole e sembra che non abbia sentimenti. Calmo, freddo e padrone di se, come fosse un computer. Il corpo è asciutto, la voce è distaccata e monotona e in genere usa parole astratte.
La persona in modalita` Logica tenta di ragionare sulle situazioni, e utilizza “perche`” sia con se` stesso che con gli altri; Per lui contano i dati e le spiegazioni puramente logiche.
GESTUALITA`
Gesti delle mani tipici sono le dita a cerchio o micromovimenti delle dita.
Il logico puo` essere diviso nei tre sottotipi
A)politico : usa la logica e la dialettica come strumento per ottenere e coinvolgere; dimostra un comportamento piu` caldo – gesti piu’ ampi 
B)magistrato: usa la logica come strumento per dimostrare; dimostra un comportamento piu` freddo; dimostra piu` frequenti micromovimenti del precedente. 
C)Retorico: usa la comunicazione come fine a se` stante 
EMOZIONALE - PROPIZIATORE EMOZIONALE
PROPIZIATORE (MANI APERTE)
COMPORTAMENTO
Tende a vivere le relazioni in modo emozionale e ricerca un contatto di tipo fisico con il suo interlocutore, toccandonlo in maniera avvolgente. Nelle relazioni tende a esordire con il “Si”. Uso dei qualificatori: se, solo, proprio, perfino; uso del congiuntivo. Violazioni per lettura del pensiero

Il propiziatore usa in genere parole di consenso, parla in maniera suasiva, cercando di riuscire gradito, scusandosi, non dissentendo mai. Il corpo prende l’atteggiamento propiziatorio, incerto e sofferente. Si capisce che si pensa una nullità. L’atteggiamento del corpo è concorde con la risposta propiziatoria che si vuole dare.
La persona in modalita` emozionale vive normalmente l`emozionalita`; ed ha due sottotipi:
A)Empatico - riconfortante:
COMPORTAMENTO: si interessa all’emozionalita` dell’altro complimentandosi e riconfortandolo – sull’emozionalita` dell’altro tende quindi a modellare la propria – questa modalita` puo` anche essere chiamata del cercatore di riconoscenza, alludendo al comportamento; 
GESTUALITA’: classico di questo sottotipo e` il tenere le mani a triangolo
B)Espressivo:
COMPORTAMENTO: esprime la propria emozionalita` nella maniera la piu` possibile coinvolgente – tende prima a sentire la propria emozionalita` e tende a trasferirla sull’altro;
GESTUALITA’: classico di questo sottotipo e` il tenere le palme delle mani rivolte verso l’alto e l’esecuzione di gesti piu` ampi del precedente. La voce anche anche e` molto espressiva .
Altre infornazioni non verbali sono legate ai canali comunicativi utilizzati
.

Visivi: spalle dritte, capo eretto, gestualità rivolta verso l’alto, dito puntato e/o braccia tese, 
sguardo diretto verso l’alto, respirazione prevalentemente alta (toracica), tono di voce alto 
tendente all’acuto (timbro) parlata veloce, tono muscolare teso (spalle e collo), ritmo della 
voce variabile e veloce (improvvisi scoppi di parole). Stretta di mano veloce. (v. Bonolis). 
Auditivi: spalle curve, abbassate, mani e braccia incrociate, gambe incrociate e mani in 
tasca o intrecciate, respirazione di tipo medio tra torace e addome (diaframmatici), 
posizione della testa rivolta all’ascolto, a volte inclinata di lato (posizione al telefono); 
sguardi orizzontali, movimenti delle braccia armoniosi come a seguire un certo ritmo (da 
direttore d’orchestra), parlata modulata con ritmo costante (voce modulata, musicale), tono 
medio, timbro chiaro, squillante (v. Simona Ventura). 
Cenestesici: Tono muscolare rilassato, viscerale (obeso), braccia piegate come in posizione 
di riposo, palmo delle mani rivolto in alto; sguardo diretto in basso, (a destra), parlata lenta 
con pause tra le parole spesso trovate con una certa difficoltà; tono della voce basso e 
profondo, e timbro pastoso o grave, respirazione di tipo addominale. Visto di lato il corpo 
assume quasi la forma di un punto interrogativo. Stretta di mano flaccida. Il soggetto 
cenestesico di tipo tattile - motorio (atletico) stringe la mano con energia.

lunedì 22 aprile 2013

Corso di SEDUZIONE e COINVOLGIMENTO AFFETTIVO per Avere successo in amore, nel lavoro, in famiglia TORINO MERCOLEDI' 8 MAGGIO





Corso di SEDUZIONE e COINVOLGIMENTO AFFETTIVO per Avere successo in amore, nel lavoro, in famiglia

Data Mercoledì 8 MAGGIO ore 21
Via Nizza 102 sede UISP
costo:20 e
prenotare via  mail: centrostudicomunicazione@yahoo.it



INFORMAZIONI:


dr. MASSIMO TARAMASCO
TEL.:             333 1511703      
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it 
SITO: http://www.seduzionevip.com

POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI INDIVIDUALI DI LOVE COACHING


Il seminario la possibilità di capire gli intimi meccanismi della mente umana trovando le corrette chiavi di accesso per favorire gli approcci e la comunicazione interattiva.


PROGRAMMA :

TIPOLOGIE EMOTIVE
  • Le chiavi di accesso emotive: come decodificare in tempo reale le esigenze emozionali profonde
  • Tipologia comportamentale
  • Le tipologie simboliche dell’uomo e le sue combinazioni di accesso
  • Come abbattere la conflittualità ed il rancore
  • La triade simbolica
  • Definizione della personalità ideale: muovere i primi passi.
  • Le tipologie archetipiche emozionali : come entrare in relazione con chi ci interessa decodificando le sue chiavi di accesso.
  • Affrontare gli altri in qualunque cisrcostanza anche quelle naturalmente tensiogene (persona di cui siamo innamorati, esame, lavoro)
PERSUASIONE ANALOGICA


  •  Come adeguare la strategia comunicazionale alle necessità analogiche dell’interlocutore per ottenere consenso
  • Gestione del rifiuto Come non abbattersi di fronte ad un rifiuto.
  • Raggiungere il successo: Nella vita non esistono fallimenti, ogni situazione ti fornisce una valida esperienza su cui basare l'azione successiva. 

GESTIONE EMOZIONALE ED AUTOCONTROLLO
 
L'autocontrollo emotivo può aiutarci efficacemente a superare con successo situazioni stressanti che normalmente non vogliamo affrontare o che quando siamo costretti a farlo non riusciamo ad affrontare nel modo corretto.

Ecco alcune situazioni tipiche in cui è fondamentale aver acquisito gli strumenti dell' autocontrollo emotivo:

  • Avere la forza interiore per sedurre e conquistare chi ci interessa
  • Parlare in pubblico
  • Superare un colloquio di assunzione
  • Superare una relazione sentimentale che ci fa soffrire
  • Eliminare abitudini dannose
  • Acquisire abitudini potenzianti
  • Superare l'abbandono della persona amata
  • Relazionarsi con una persona dell'altro sesso che ci coinvolge particolarmente
  • Approcciare una persona dell'altro sesso che non conosciamo e che ci piace particolarmente


Il Simbolismo permette di identificare la tipologia comportamentale dell'individuo attraverso le strutture simboliche archetipiche che rappresentano le chiavi di accesso all'emotività.
Scoprire la tipologia comportamentale dell’individuo significa trovare la chiave di accesso alla sua sfera intima , al fine di ottenere un rapido coinvolgimento emozionale e risposte efficaci nell' interazione comunicativa.
Gestire le relazioni e l'approccio comunicativo al fine di conquistare e sedurre l'interlocutore.
Un seminario teorico e soprattutto pratico che porterà ogni partecipante a sviluppare le tecniche della comunicazione analogica all'interno di ogni ambiente (lavorativo o famigliare) o nei luoghi di aggregazione (con gli amici, con l'altro sesso, con il partner) .



La Seduzione EMOZIONALE SIMBOLICA fornisce gli strumenti cognitivi e pragmatici per poter ottenere miglioramenti 
considerevoli nella comunicazione con l'oggetto del nostro desiderio, tramite la comprensione delle sue esigenze emotive.



L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.

Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte  difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro

domenica 21 aprile 2013

Le strategie mentali della PNL




ci permettono di ottimizzare le possibilità di successo in tutti gli ambiti della vita.
Le preferenze rappresentazionali sono in relazione con specifici atteggiamenti comportamentali generali. Le caratteristiche di queste “figure comportamentali” possono essere utilizzate sia come chiavi di accesso alle strutture decisionali della persona, sia come strumento di previsione comportamentale.

Ogni aspetto cognitivo e comportamentale della nostra vita è governato da algoritmi psichici denominati “strategie mentali”. Le strategie mentali sono sequenze di rappresentazioni percettive che sono alla base di processi come la MOTIVAZIONE , LA DECISIONE E IL CONVINCIMENTO. La PNL, con la comunicazione non verbale (CNV) che la caratterizza, ci permette di “estrarre” e utilizzare le strategie mentali di una persona nell’ambito di una normale conversazione, in modo assolutamente coperto. Configurare la nostra comunicazione in funzione delle strategie mentali dl nostro interlocutore, ci consentirà di confezionare le nostre proposte in modo personalizzato, preciso e conforme alla sintassi mentale dell’altra persona.

Le submodalità sono gli elementi strutturali che determinano la “qualità” delle rappresentazioni mentali. Le submodalità sono sia uno strumento di cambiamento personale, sia un potentissimo strumento comunicativo. Con le submodalità siamo in grado di studiare tutti i processi analizzabili con 
le strategie mentali rileggendoli però ad un altro livello di descrizione e precisione, rendendo la nostra comunicazione ancora più calibrata e orientata verso la realtà dell’altra persona.

Le credenze e i valori sono sicuramente fra gli elementi più importanti nella genesi del comportamento umano. Gli esseri umani, prendono decisioni, fanno valutazioni, pianificano comportamenti in funzione di ciò che credono sia vero o falso (convinzioni) e di ciò che è importante (valori). I modelli comunicazionali della PNL MODERNA permettono di interpretare i valori e le credenze dell’altra persona in maniera coperta, plasmando la nostra comunicazione in funzione dei bisogni del nostro interlocutore.

I metaprogrammi sono probabilmente i “filtri” più profondi della nostra psiche. I metaprogrammi ci dicono verso quale direzione dirigere la nostra attenzione. I metaprogrammi rappresentano anche alcuni fra i più importanti fattori chiave della nostra personalità. La PNL MODERNA ci permette di organizzare la nostra comunicazione in modo tale da renderla
compatibile con le strutture più profonde della mente del nostro interlocutore, aumentando incredibilmente il livello di rapport.

Molto spesso, comunicando con una persona, ci scontriamo con obiezioni e problemi difficili da ristrutturare. Questo accade perché il nostro interlocutore, codifica i problemi, le soluzioni e lo stile comunicativo, ad un livello di descrizione diverso dal nostro. La Scala dei Livelli Logici di Dilts ci consente di individuare il livello di descrizione più utile per ristrutturare le obiezioni

sabato 20 aprile 2013

Invito al CORSO COMUNICAZIONE EMOZIONALE ,SEDUZIONE ANALOGICA e Gestione positiva delle Emozioni (Torino Mercoledì 24 Aprile)



Invito al CORSO COMUNICAZIONE EMOZIONALE E SEDUZIONE ANALOGICA

(secondo il metodo dell'Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)



Conduttore:

Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)

SEDE: TORINO, VIA NIZZA 102 C/o UISP


DATA : Mercoledi' 24 APRILE 2012 ore 21

COSTO: 20 e
PRENOTAZIONE VIA MAIL A


centrostudicomunicazione@yahoo.it


PROGRAMMA DEL SEMINARIO

COINVOLGIMENTO EMOZIONALE GESTIONE DEGLI STATI EMOTIVI

• Come identificare le mappe mentali dell’interlocutore attraverso la
sua comunicazione verbale e non verbale e conseguente
utilizzo di modelli comportamentali efficaci

AUTOSTIMA E FORZA INTERIORE

• Come permettere ai proprio sogni di avverarsi
• Sviluppare la capacità di cogliere le occasioni
• Avere fiducia in te stesso e aumentare l’autostima
• Come acquistare e c



onservare l’entusiasmo
• Eliminare le cause del fallimento

PERSUASIONE ANALOGICA

• Come adeguare la strategia comunicazionale alle necessità
analogiche dell’interlocutore per ottenere consenso-assenso in ambito
sentimentale, negoziale, nella vendita.
• Imparare a riconoscere ED UTILIZZARE le variabili che gestiscono gli stati emozionali

Tecniche di ancoraggio emozionale

Per far vivere emozioni positive assoociandole a te.
Per generare attrazione, passione ed interesse in modo subliminale.

Sicurezza ed Autostima

Per emanare felicità e pensieri positivi, e vivere un rapporto positivo con se stessi.
Per non vivere situazioni nocive di condizionamento affettivo



Come non abbattersi di fronte ad un rifiuto.
Nella vita non esistono fallimenti, ogni situazione ti fornisce una valida esperienza su cui basare l'azione successiva.

Questo Modulo ti permetterà di :

• Coinvolgere la donna o l'uomo dei tuoi sogni

• Affrontare gli altri, rompere il ghiaccio, abbattere le difese

• Diventare un riferimento positivo

• Acquisire valore sociale

L’allievo apprenderà una metodologia nuova per affrontare le difficoltà
quotidiane, in ambito sia sentimentale/sociale sia lavorativo poiché imparerà a
spostare la sua attenzione dal problema alla soluzione.
Da questa condizione mentale alla soluzione o riduzione effettiva dei problemi il passo è
breve, poiché l’allievo avrà la giusta motivazione per superare gli
ostacoli per AVERE di più e per migliorare il benessere e quindi ESSERE
la persona che desidera.
Con questa metodologia gli ostacoli non saranno più aggirati ma affrontati vi
sentirete capaci di risolverli direttamente senza paura e conflitti.
In definitiva viene insegnato all’allievo a tendere al successo PERSONALE,
SENTIMENTALE LAVORATIVO .

Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi con l’altro sesso, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro

L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.

domenica 7 aprile 2013

CORSO : Come Coinvolgere , sedurre e far innamorare gestendo le emozioni (Torino 17 Aprile)



Invito al CORSO : Come Coinvolgere , sedurre e far innamorare gestendo le emozioni (Torino 17 Aprile)

(secondo il metodo dell'Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)



Conduttore: 

Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)

SEDE: TORINO, VIA NIZZA 102 C/o UISP


DATA : Mercoledi' 17 aprile 2013 ore 21

COSTO: 20 e 

PRENOTAZIONE VIA MAIL A 


centrostudicomunicazione@yahoo.it


PROGRAMMA DEL SEMINARIO


TIPOLOGIE COMPORTAMENTALI


Le chiavi di accesso comportamentali: come decodificare in tempo reale le esigenze comportamentali: come mi devo comportare per coinvolgere

Tipologia comportamentale
Come abbattere la conflittualità ed il rancore

Coinvolgere  gli altri in qualunque circostanza anche in quelle con ostacoli e vincoli

SEDUZIONE ANALOGICA



 Come adeguare la strategia comunicazionale alle necessità analogiche dell’interlocutore per ottenere consenso

Gestione del rifiuto Come non abbattersi di fronte ad un rifiuto.
 



Nella vita non esistono fallimenti, ogni situazione ti fornisce una valida esperienza su cui basare l'azione successiva. 


CAPIRE LA MENZOGNA


Imparare a decodificare in tempo reale micro segnali analogici ed emozionale della menzogna  e come gestirli per capire le reali intenzioni dell'interlocutore. 


COME TRATTARE PERSONE DIFFICILI ED OSTILI PER COINVOLGERLE

RAPPORTO DI SINTONIA:

. Entrare in sintonia istantanea con chiunque in qualsiasi contesto

· Come ricalcare le persone nella comunicazione, nella cultura e nelle emozioni.

-Mirroring verbale e non verbale

-Scoperta ed utilizzo dei canali comunicativi

· Come capire gli altri e farti capire in ogni discorso che sia interessante.

-Elicitazione ed utilizzo di valori e credenze

· Come convincere delle tue idee attraverso tecniche avanzate di ricalco.

-Elicitazione ed utilizzo delle strategie decisionali e d’innamoramento

-I Metaprogrammi

COSTRUZIONE DELL’IMMAGINE DEL SE:

Siamo ciò che pensiamo :

. Atteggiamenti seducenti e vincenti nelle relazioni interpersonali

· Come utilizzare l’immaginazione per un’immagine positiva e seducente · Come utilizzare la fisiologia del corpo: diventare attraenti superando la timidezza e l’insicurezza ed eliminando rigidità e contrazioni

· Presa di coscienza dei punti di forza e di debolezza della propria fisicità

· Imparare a valorizzare i punti di forza ed a migliorare la propria immagine


Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro



L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.

Comunicare con le emozioni




Comunicare con le emozioni ci permette di creare idee che possono attechire a livello inconscio.
Il fenomeno col quale viene adottata una “idea accetta alla mente inconscia” è molto  più frequente di quanto si pensi. 
Il fenomeno può essere sia volontario che involontario. Quando per es. voglio  alzarmi alle 6 per prendere il treno, la sera prima do a me stesso l'idea di svegliarmi in 
tempo, questo è l'esempio di un'idea che entra e viene messa in atto dal mio inconscio in 
maniera volontaria.
Ma il tutto può avvenire in maniera non volontaria, subliminale. In treno, un  compagno di viaggio guarda l'orologio, o sbadiglia, e io automaticamente faccio le  identiche azioni. Similmente, dopo un pasto al ristorante dove ho mangiato dei funghi, leggo sul giornale di un caso di avvelenamento, ed incomincio a pormi dei dubbi sulla mia salute, mi sento un po' più debole. Ecco degli esempi di idea assorbita dall'inconscio in  maniera involontaria. Ne è un esempio quello che viene anche chiamato “effetto 
placebo”. Esempio: un medico prescrive un rimedio contro l'insonnia e raccomanda di 
prenderne una dose ogni due ore. I pensieri del malato, ogni volta che prende la medicina, si avviano involontariamente su questa direzione: “Prendo questo rimedio per calmare i  miei nervi e poter dormire profondamente questa notte”. Siamo dunque in presenza di 
un'idea volontaria data con convinzione che agisce successivamente inconsciamente.  In pratica l’inconscio crea degli effetti basandosi 
sull’idea accettata e vivificata. 

L'azione diretta sull'inconscio è molto potente ed è nel tempo stesso il peggior nemico (se non la si conosce) e il migliore alleato (se la si conosce) che si possa trovare. 

Se — come abbiamo visto dagli esempi precedenti - un'idea può influire sul corpo, sui muscoli, sui nervi, questo è perchè corpo e mente non sono due mondi completamente 
distinti ; ma che fra l'uno e l'altro intercorrono delle relazioni continue.
Ogni idea accettata dal cervello, tende a tradursi in atto. Osservate bene: non si dice che ogni idea “diventa” un atto, ma che “tende a diventare”. Un'altra maniera di esprimere 
la stessa legge è “ciò che una persona si aspetta, tende a realizzarsi”. La mente è infatti abituata a funzionare in direzioni specifiche. Se ci aspettiamo  qualcosa quindi inconsciamente mettiamo in atto delle azioni e dei processi mentali che 
finiscono col facilitare la realizzazione di quello che ci immaginiamo. Il concetto è il seguente : la realtà da noi percepita attraverso i sensi e corrisponde ad una particolare 
configurazione neuronale. Ma anche dietro ad ogni idea vi è una particolare configurazione neuronale, e questa configurazione agisce “come una realtà” predisponendoci in una particolare maniera, ed inconsciamente mettendo in moto gli 
apparati destinati a realizzare il comando. Si può quindi dire: “Il pensiero è un atto allo stato nascente”. Tra immaginazione e realizzazione la differenza è normalmente semplicemente di 
intensità del pensiero. 

Le leggi quantiche che governano il comportamento osservato delle particelle subatomiche, ed anche dei sistemi più ampi, sono espresse in termini di onde di probabilità, che sono influenzate in maniera specifica dall'osservazione fatta sul sistema. 

Applicato alle neuroscienze, si può dire che l'atto mentale di focalizzare l'attenzione stabilizza i circuiti mentali associati. Stabilizzare significa “rende operativi”. Se la densità 
di attenzione è bassa l'azione non parte. Sotto questo punto di vista, il ragazzo che vuole studiare, ma, continuamente distratto, non inizia mai, è un esempio calzante. 

Ma come si crea un’abitudine di pensiero? Il processo richiede un cambiamento di pensiero. 
Le persone che praticano una certa attività tutti i giorni pensano infatti differentemente, rispetto alle persone che non praticano la stessa attività. 
Questo spiega come mai le persone non vedono le cose nella stessa maniera. 
Che cosa significa riuscire a far penetrare un'idea nell'inconscio? 
Significa che il fatto che aver lasciato libero l'ingresso all'idea, è bastato a fecondarla, a renderla possibile di sviluppi ulteriori. In altre parole la configurazione neuronale si è estesa ed ampliata automaticamente e secondo leggi sue proprie, il pensiero 
si è “densificato”. La “densificazione” del pensiero è molto vicina al concetto del volere. 
Per molti tra il pensare e il volere c'è un abisso immenso. Oggi questo abisso è stato colmato ; anzi siamo giunti al punto di saper più precisamente che cosa sia la “volontà”. In  realtà la distanza tra volontà e pensiero è rappresentata dalla dispersione di questo e dalla mancanza di energia. 
La realtà soggettiva è costruita mentalmente attraverso la concentrazione del pensiero in una direzione. L'uomo crede molte cose perchè le ha sentite dire senza minimamente controllarle. D'altra parte molti a furia di ripetere una idea enunciata per 
scherzo finiscono per ammetterla. 
Lo stesso avviene dei sentimenti. Si ama, si odia, si invidia, si prova paura, piacere, secondo idee derivataci da altri e anche da noi stessi. Si “immagina” di amare una donna e 
si finisce per amarla sul serio, si “suppone” che la vista d'un quadro celebre o d'una celebre veduta debba estasiarci, e finiamo per credere a questo sentimento. 


sabato 6 aprile 2013

Il potere della focalizzazione



Il potere della focalizzazione è determinante per creare la realtà che percepiamo.
La realtà non esiste oggettivamente ma è solo soggettiva.
Quello su cui focalizziamo la nostra attenzione diventa la nostra realtà.
Se, ad esempio, focalizziamo la nostra attenzione sulle soluzioni anziché sui problemi ci predisporremmo ad avere soluzioni anziché problemi.
Chi guida le auto da corsa sa che quando l’auto inizia a sbandare deve guardare nella direzione verso la quale vuole andare e non nella direzione
verso cui sbanda la macchina. In questo modo ci predisporremmo a far andare
la macchina nella direzione voluta e a correggere la sbandata.
Per metterci in uno stato d’animo profiquo bisogna quindi concentrare la nostra attenzione sugli aspetti positivi, sugli obiettivi, sulle soluzioni,
utilizzando anche le submodalità (vedi sezione relativa) che generano degli stati interni produttivi.
Quello che bisogna fare è imparare a entrare velocemente, ed in qualunque
situazione, in uno stato d’animo positivo e utile.
Per fare questo bisogna trovare dei sistemi (una respirazione particolare, la
fisiologia, un metodo di rilassamento, una neuro associazione, ecc.) che ci
permettano di entrare in uno stato d’animo positivo e poi condizionarci in modo tale
che ogni volta che metto in atto quel comportamento (respirazione, ecc.) entro
automaticamente nello stato d’animo voluto.
Bisogna iniziare quindi a trovare una serie di sistemi che ci permettano di sentirci
bene, e più se ne trovano meglio è.
Spesso le persone hanno tanti sistemi per sentirsi male e pochi per sentirsi bene, è
molto utile quindi imparare a condizionarsi per avere tanti sistemi per sentirsi bene e
pochi per sentirsi male.
Se una persona riesce a trovare dei sistemi per sentirsi bene e si condiziona ad
utilizzarli creerà delle neuro associazioni molto forti, delle vere e proprie autostrade
per il piacere che gli permetteranno di essere sempre negli stati d’animo giusti per
ottenere gli obiettivi che si è prefissato.La realtà soggettiva è determinata quindi dai nostri processi interni e quindi dai nostri
pensieri, per cui se organizziamo in modo diverso il modo di pensare ci creeremo una realtà
diversa.
La realtà che viviamo ovviamente è strategica per noi, se per esempio pensiamo che per
noi il destino è di diventare un grande manager ci predisporremmo affinchè ciò avvenga.
Uno dei modi che abbiamo di pensare è il nostro “dialogo interno”, cioè le domande che ci
poniamo.
Il processo di pensare è in buona parte “porsi delle domande e darsi delle risposte”
È evidente, pertanto, che è di fondamentale importanza porsi le domande giuste, in modo
tale da crearci una realtà che ci permetta di raggiungere i nostro obiettivi.

martedì 2 aprile 2013

Corso Di Seduzione Emozionale per Gestire le Relazioni Affettive e Coinvolgere nei Sentimenti e nelle Relazioni (Torino 10 Aprile)



Corso Di Seduzione Emozionale per Gestire le Relazioni Affettive e Coinvolgere nei Sentimenti e nelle Relazioni (Torino 10 Aprile)


(secondo il metodo dell'Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)


Conduttore ed organizzatore: 

Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione Autore del best seller INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE-ed. Anteprima -Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)

DATA : Mercoledi' 10 Aprile  2012 ore 21
SEDE: TORINO, VIA NIZZA 102 C/o UISP
COSTO: 20 e 
PRENOTAZIONE VIA MAIL A 

centrostudicomunicazione@yahoo.it


Argomenti del modulo:


GESTIONE DI DESIDERIO/POSSESSO


E' importante capire quanto e come sono le esigenze emotive di desiderio e possesso perché ci permette di dosare in modo appropriato quanto dobbiamo dire o dare e se dobbiamo porre vincoli ed ostacoli ed in quale misura per produrre desiderio ed attrazione


Ci sono persone che tendono a desiderare  in quanto ha un vincolo al possesso che gli impedisce di possedere  ciò che vogliono e li costringe a vivere un continuo stato di desiderio.


Al contrario, ci sono persone che hanno l'esigenza emotiva di possedere rapidamente in quanto hanno un vincolo al desiderio che gli impedisce di desiderare .


COSTRUZIONE DELL’IMMAGINE DEL SE: 

Siamo ciò che pensiamo :


. Atteggiamenti seducenti e vincenti nelle relazioni interpersonali


· Come utilizzare l’immaginazione per un’immagine positiva e seducente · Come utilizzare la fisiologia del corpo: diventare attraenti superando la timidezza e l’insicurezza ed eliminando rigidità e contrazioni 


· Presa di coscienza dei punti di forza e di debolezza della propria fisicità


· Imparare a valorizzare i punti di forza ed a migliorare la propria immagine 


GESTIONE EMOTIVA DEL RAPPORTO RELAZIONALE

Imparare a gestire emotivamente ogni fase del processo di innamoramento Ti permetterà da un lato di raggiungere i tuoi obiettivi sentimentali, dall'altro di mantenere viva nel tempo la passione evitando che la relazione scada nella noia e nell'abitudine


Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro




L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.