mercoledì 19 giugno 2013

Come sedurre una ragazza in discoteca



Come sedurre una ragazza in discoteca?
E’ molto importante conoscere l’arte della seduzione, ma è anche abbastanza difficile apprendere le tecniche giuste che permettano di conquistare una ragazza in qualsiasi situazione. Esistono differenti occasioni per conquistare una ragazza e, una delle occasioni che si presentano più frequentemente sono circoscritte alla discoteca; infatti molto spesso ci si ritrova in discoteca a doversi confrontare con una bella schiera di ragazze e non si riesce a fare il primo passo per conoscere la ragazza che si desidera.
1° punto – La scelta della discoteca
Bisogna optare per un locale dove ci sia un alto numero di prede ( in questo caso aumenteranno le tue possibilità 

Questo teorema non insegnerà ad abbordare le tipe, bensì vi aiuterà a scoprire le vostre potenzialità.
In una normale discoteca possiamo trovare un determinato numero di ragazze, noi per semplificare i calcoli penseremo a 1000 ragazze.
Queste 1000, dobbiamo suddividerle in categorie e numerarle:
· 300 hanno il ragazzo
· 300 sono degli sgorbi (per i tuoi gusti )
· 100 sono troppo fighe (non ti cagano, x i tuoi limiti estetici )
· 100 sono prese male per un ragazzo (tempo perso, non riuscirai a combinare niente, lei si confiderà con te e alla fine ti dira: “Scusa se mi sono sfogata con te, qual è il tuo nome?” ).
· 80 hanno già puntato un ragazzo che sicuramente non sarai tu
· 20 hanno malattie strane
· 20 sono lesbiche
· 50 vogliono prenderti per il sedere, farsi 2 ghignate, farsi offrire da bere e dopo ti dicono: “Devo andare a cercare le mie amiche, ci vediamo dopo!”, e per tutta la serata non le becchi più.
Rimangono la bellezza di 30 tipe

 E’ sbagliato applicare le tecniche basilari della seduzione nell’ambito della discoteca, perchè ci si ritrova in un ambiente totalmente diverso, con un’atmosfera quasi atemporale; pertanto bisogna fare esperienza sul campo, in quanto se una cosa funziona, vuol dire che va bene. Innanzitutto è necessario eliminare dalla mente l’idea che in discoteca si possano conquistare soltanto ragazze ubriache e che si concedono facilmente, perchè questo vuol dire porsi dei limiti che portano ad osservare soltanto ragazze che sembrano ubriache; spesso non è così, infatti in discoteca bisogna entrare con l’intenzione di divertirsi, vestendosi con stile. Infatti l’abbigliamento è una delle caratteristiche principali in base alle quali le ragazze vengono attratte, pertanto è importante vestirsi nel modo più vario possibile, mischiando stili differenti, per riuscere ad essere molto originali ed attirare l’attenzione di tutti. Un’altra cosa molto importante è pensare a divertirsi, senza prendersi troppo sul serio, specialmente per quanto riguarda il ballo; inoltre, se si scende in pista bisogna ballare, perchè le ragazze apprezzano gli uomini che ballano per divertirsi, senza aspettare passivamente che accada qualcosa.La comunicazione e la seduzione costituiscono due realtà indissolubili, vivono in simbiosi, l’una non può vivere senza l’altra, tanto più la comunicazione produce emozioni tanto più sarà forte il potenziale seduttivo.
Dobbiamo comprendere che in realtà il significato delle parole ha poco peso nella comunicazione, ormai diversi ricercatori delle scienze neurolinguistiche affermano che il contenuto di ciò che noi diciamo, delle parole, rappresentano solo il 7% della potenza di penetrazione dei nostri messaggi il restante 93% è attribuito a tutto ciò che riguarda la Comunicazione Con Verbale, (il linguaggio delle emozioni).
Infatti l’essere umano comunica attraverso due canali quello verbale, la parola che è il linguaggio della parte logica / razionale preposto per l’appagamento delle esigenze da noi riconosciute i bisogni, mentre il canale della Comunicazione Analogica Non Verbale il linguaggio della sfera emotiva che è preposto per l’appagamento emotivo delle esigenze inconsce, (quindi creare il bisogno) le quali da noi non vengono percepite, perché passano sotto la soglia subliminale, ma vissute come rigenerazione dei nostri turbamenti, i quali rigenerati, riattivati, producono il coinvolgimento, che è il riconoscimento dell’elemento che li ha alimentati, dunque questa dinamica inconscia crea il coinvolgimento, l’innamoramento, il bisogno: l’esigenza di possedere l’oggetto del desiderio.

Esempio di approccio
  • Ti avvicini alla ragazza in questione, più bella è meglio è 
  • Mantenendo un forte contatto oculare (è fondamentale, davvero), le dici: “Ciao!”
  • Subito dopo: “Volevo dirti una cosa… Sai che sei la ragazza più brutta del locale?
  • Assicurati di sorridere! Lei sarà perplessa. A questo punto potresti ironizzare sul fatto che ha molti uomini intorno oppure che per quanto tu possa essere gentile o confezionare eufemismi, non c’è niente da fare sulla sua bruttezza! Insomma, qualsiasi cosa assurda che ti venga in mente, va bene.
  • Non pensare a frasi elaborate che ti aiutano a fare colpo. Il tuo    scopo è quello di attirare la sua attenzione, non di lusingarla. Per quello ci sarà tempo successivamente, una volta che conosci qualcosa di lei.

  • Avvicinati quindi con un sorriso e dille la cosa più semplice e banale che ci sia. Se siete in pista e ballate chiedile se si sta divertendo, salutala con gentilezza. Attira la sua attenzione con qualche battuta spiritosa che però non ti faccia sembrare un pagliaccio.

    Non parlare troppo di te, e ascoltala quando parla senza distrarti. Non guardare altre ragazze quando sei con lei, e dalle attenzioni moderate ma veritiere. Se capisci che le piace ballare invitala in pista ma non avvicinarti troppo a lei con movimenti che potrebbero farle pensare male.





Nessun commento: